Salvini: ‘Chiudere cartelle Equitalia sotto 100mila euro’

loading...

Chiudere cartelle Equitalia sotto 100mila euro.

E’ questa l’ultima proposta di Matteo Salvini.

Secondo il vicepremier si potranno così “liberare milioni di italiani incolpevoli ostaggi e farli tornare a lavorare, sorridere e pagare le tasse”.

“Ora – ha aggiunto – tocca al governo semplificare il sistema fiscale e ridurre le tasse”.

loading...

Salvini, in occasione delle celebrazioni del 224° anniversario della Fondazione della Guardia di Finanza, ha detto: “Dodicimila evasori totali sconosciuti al fisco e grandi evasori che hanno rubato una media di 2 milioni di euro a testa onore alla Guardia di Finanza che li ha scovati, ora tocca al governo ridurre le tasse e semplificare il sistema fiscale”.

Quanto alle voci che lo vorrebbero irritato con il ministro dell’Economia che parlerebbe come Padoan, il leader della Lega ha dichiarato: “sui giornali si leggono tante…non posso dire ‘cazzate’ perché non è governativo: però no, non ho mai detto niente di simile, non ho mai pensato niente di simile, altrimenti non lo avremmo mai scelto”.

Salvini è tornato anche sulla questione del censimento dei rom: “Ci sono tanti comuni che mi stanno scrivendo chiedendo di poter partire e ci stanno tanti comuni a guida di sinistra che lo stanno già facendo. Come ministero siamo a disposizione di tutti i sindaci che vorranno aiuto su questo tema,” ha detto.

loading...

E sui migranti ha affermato: “Abbiamo un incontro oggi pomeriggio con il presidente Conte, ci sarà una proposta italiana al vertice informale sui migranti, il problema non è respingere all’interno dell’Unione, ma difendere i confini europei”.

Il vertice cui fa riferimento Salvini, è l’incontro dei capi di Stato e di governo di Italia, Francia, Germania, Spagna, Grecia, Bulgaria e Austria che si terrà domenica a Bruxelles, in preparazione del Consiglio europeo del 28 giugno.

 

 

 

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.