“Vediamoci in hotel…”. Francesco Totti e Ilary Blasi, i messaggi segreti che inchiodano la showgirl

Francesco Totti, cosa ha trovato scritto nei messaggi sul cellulare di Ilary Blasi. Scoperta che metterebbe in chiaro come si è andati verso il lento declino di coppia. Un matrimonio che ha retto su basi solidi per diversi anni e poi tutto sembra essersi concluso con un presunto tradimento su cui la conduttrice non ha ancora rotto il silenzio.

I messaggi segreti di Ilary Blasi, cosa ha scoperto Francesco Totti. Una vicenda che è uscita allo scoperto nelle ultime ore dopo le dichiarazioni di Francesco Totti sui messaggi trovati sul cellulare dell’ex moglie. Ma di cosa si tratta nello specifico?

I messaggi segreti di Ilary Blasi e l'uomo misterioso contenuto Francesco Totti

I messaggi segreti di Ilary Blasi e l’uomo misterioso: cosa ha scoperto Francesco Totti sul contenuto

Francesco Totti lo ha ammesso nel corso dell’intervista esclusiva rilasciata su Il Corriere: “È stato uno choc”. L’ex capitano giallorosso ha poi reso noto il contenuto dei messaggi: “Qualcosa tipo: vediamoci in hotel; no, è più prudente di me. Mi sono tenuto tutto dentro. Non l’ho detto a nessuno, neppure a Vito Scala, l’amico che è al mio fianco da quando avevo 11 anni”. (Francesco Totti e Ilary Blasi, è successo. Scoperto anche dove).

I messaggi segreti di Ilary Blasi e l'uomo misterioso contenuto Francesco Totti

” Io non sono uno che chiude un occhio, ma ho preferito far finta di niente. Ho mandato giù, per non sfasciare la famiglia, per proteggere i ragazzi. Soffrivo come un cane. Le mi diceva: quest’anno rimango un po’ di più a Milano, torno meno a Roma, e io pensavo: ci credo, hai quest’altro…ma speravo ancora che non fosse vero”.

I messaggi segreti di Ilary Blasi e l'uomo misterioso contenuto Francesco Totti

Francesco Totti ha poi sottolineanto: “Le fiabe non esistono. Abbiamo avuto alti e bassi come ogni coppia. Poi qualcosa si è rotto. La crisi vera è esplosa tra amarzo e aprile dell’anno scorso. Ma io soffrivo da tempo. Tutto è iniziato nel 2016. Il mio penultimo anno da calciatore. Smettere non è facile. È un po’ come morire”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.