“Addio piccola mia”. La vita spezzata sulla strada della vacanza, lo straziante ricordo del papà

Morta a 5 anni in un incidente stradale. È la fine della piccola vittima dello scontro mortale avvenuto sull’autostrada A12 fra i caselli di Versilia e Massa mentre viaggiava con i genitori. Jod, 5 anni, è morta sul colpo a seguito dello schianto dell’auto di famiglia che si dirigeva in vacanza.

A raccontare i terribili istanti è il padre della bimba. “Ho sentito mia moglie urlare, ho visto i bimbi che giravano e poi tutto capovolto – racconta il padre di Jod a Il Tirreno. – La macchina girava, vedevo le mie bambine girare. E le fiamme”. La famiglia era in viaggio in auto dalla Calabria, dove vivono, per raggiungere Genova. Di lì avrebbero dovuto imbarcarsi su una nave per il Marocco, Paese di origine dei genitori.

Morta a 5 anni in un incidente stradale

Morta a 5 anni in un incidente stradale: addio a Jod

“Le bambine la sera non facevano che chiedermi ‘Quando andiamo in Marocco, quando ci andiamo”, spiega il padre, parlando della voglia delel figlie di vedere il luogo di nascita dei genitori e finalmente fare quella vacanza tanto sognata e che, purtroppo, si è trasformata in una tragedia. Jod è morta a 5 anni in un incidente stradale.

Morta a 5 anni in un incidente stradale

Quel sogno si è fermato all’altezza di un viadotto dell’autostrada Livorno-Genova quando la loro automobile si è scontrata contro un’altra auto sulla carreggiata in direzione nord. Dopo lo schianto che ha ucciso la piccola, la macchina si è capovolta più volte e ha preso fuoco. Il padre, la madre e l’altra figlia di 10 anni hanno riportato solo lievi ferite, la per la piccola Jod non c’è stato niente da fare.

Morta a 5 anni in un incidente stradale, la dinamica ancora al vaglio degli inquirenti – Per ricostruire l’esatta dinamica dei fatti la procura di Massa-Carrara ha aperto un fascicolo di inchiesta per omicidio raccogliendo tutti i dati dei rilievi effettuati dalla polizia stradale, intervenuta sul luogo dell’incidente insieme al 118 e ai vigili del fuoco.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.