UN PAPÀ SI PRECIPITA IN OSPEDALE PENSANDO CHE STESSERO NASCENDO I SUOI GEMELLI MA LA REALTÀ ERA UN’ALTRA

Quella che vi stiamo per raccontare è una storia assurda, che ha davvero dell’incredibile. Si stenterebbe a credere alla notizia in questione, ma si tratta di un fatto avvenuto realmente. Come solitamente accade, chi aspetta un figlio è al settimo cielo e non vede l’ora che il lieto momento arrivi. La gravidanza per le donne a volte può essere anche difficile, per questo quando arriva il momento di mettere al mondo il bebè la felicità è davvero tantissima. 

Ma non sempre accade che le cose vadano per il verso giusto, e succede in tutte le circostanze della vita. Che una gravidanza vada male è un evento raro, ma purtroppo accade più spesso di quanto non si creda. Ma ciò che vi stiamo per raccontare è la storia di una coppia che avrebbe dovuto aspettare 5 gemelli, ma tanta è stata la delusione quando si è scoperto qualcosa di incredibile. A rimanere di sasso è stato l’uomo.

LA NOTIZIA INASPETTATA

Il padre in questione, Paul, si è infatti precipitato in ospedale quando ha saputo che la sua compagna Barbara avrebbe dovuto partorire. Prima la donna gli ha detto che avrebbe dovuto avere un figlio, poi che dagli esami erano addirittura risultati due bambini e infine addirittura cinque. L’uomo era al settimo cielo.

Quando è arrivato il momento del parto, l’uomo, di nome Paul, si è recato in ospedale con alcuni famigliari per assistere al lieto evento, quando invece i medici gli hanno comunicato una notizia che assolutamente non si sarebbe mai aspettato. La coppia si era conosciuta in chat, e tra l’altro pare che l’uomo non fosse mai entrato di persona alle visite della ragazza. 

Paul è rimasto devastato quando ha scoperto che Barbara non era affatto incinta. Soffriva di quella che i medici chiamano gravidanza isterica. Invece di partorire cinque bambini, Barbara è stata ricoverata al reparto psichiatrico ed è stata messa sotto osservazione. La speranza è che in un prossimo futuro i due possano davvero diventare genitori. 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.