Treviso, bambino di 8 anni lasciato solo in auto: la nonna era andata a giocare al Bingo

Un episodio davvero terribile è quello accaduto nei giorni scorsi, nella zona di Treviso. Una nonna ha abbandonato il nipote, un bambino di soli 8 anni, nell’auto. Era andata a giocare in una Sala Bingo. Il fatto si sarebbe potuto trasformare in tragedia, ma per fortuna il piccolo sta bene.

nonna bambino

Una vicenda davvero straziante che ha portato ad una denuncia nei confronti della signora, che ora deve rispondere del reato di abbandono di minore.

Stando alle informazioni rese note da alcuni media locali, il dramma è avvenuto nella zona di Treviso. Tuttavia, la data non è stata ancora resa nota dai vari quotidiani.

Il bimbo era rimasto con la nonna, poiché i genitori dovevano fare un viaggio importante fuori città per qualche giorno. Fino a quel momento per il piccolo e la signora tutto stava procedendo normalmente.

nonna bambino

Però con il passare del tempo, la signora stufa della solita routine e vista la sua dipendenza per il gioco, ha deciso di andare a passare un po’ di tempo in una sala bingo. Ha lasciato il nipotino chiuso in auto nel parcheggio del locale.

I passanti sono stati i primi a notare che il bambino era da solo nella vettura ed in grave pericolo. Viste le alte temperatura avrebbe potuto perdere la vita. Per questo hanno allertato tempestivamente i dipendenti della Sala Bingo.

Bambino di 8 anni chiuso in auto: l’arrivo delle forze dell’ordine

Il personale in un primo momento ha provato a richiamare la signora all’altoparlante, ma quest’ultima non si è mai fatta avanti. Nel frattempo hanno anche allertato le forze dell’ordine.

La nonna è riuscita dalla Sala solo dopo l’arrivo dei carabinieri e dopo che il bimbo era in buone mani. Questo episodio ha portato ad una denuncia nei confronti della donna per abbandono di minore.

nonna bambino

Gli agenti l’hanno anche rimproverata per il suo gesto, che si sarebbe potuto trasformare in tragedia. Il piccolo per fortuna sta bene ed è potuto tornare dalla madre e dal padre.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.