MUSICA SOTTO CHOC, “È IN CONDIZIONI DISPERATE”: PREGATE PER LUI

Il noto batterista americano è stato ricoverato d’urgenza in ospedale al Cedars-Sinai di Los Angeles. A suscitare grande preoccupazione le parole della figlia, che sulla sua pagina Instagram ha chiesto di pregare per lui. Circostanza che non lascia presagire purtroppo nulla di buono, le condizioni dell’artista potrebbero essere piuttosto serie.

Il noto batterista dei Blink 182 si è trovato spesso a dover fare i conti con problemi di salute, infatti, già gli scorsi anni aveva subito diversi ricoveri. Nel 2008 riuscì a sopravvivere persino ad un incidente aereo, riportando ustioni di terzo grado. Ecco le ultime notizie in merito alle sue condizioni di salute.

GLI ULTIMI AGGIORNAMENTI

Stiamo parlando del 46enne batterista dei Blink 182 Travis Barker, in questo momento ricoverato d’urgenza per cause ancora in corso d’accertamento. Il noto artista è reduce dal matrimonio con Kourtney Kardashian, con la quale ha trascorso la luna di miele in Italia a Portofino, dove sono stati spesso avvistati in barca.

Secondo quanto trapelato sino ad ora, martedì Barker si era recato in ospedale di West Hills a Los Angeles in quanto alle prese con un problema di salute. Da lì a poco la situazione di è rivelata più seria del previsto, al punto che è il noto batterista è stato ricoverato. Enigmatico il tweet pubblicato dallo stesso batterista in quella mattina: “Good Save Me“.

Vista anche le scarse notizie trapelate sino ad ora, i suoi fan sono seriamente preoccupati per la salute del loro artista preferito. Le parole della figlia, che ha chiesto di pregare per lui, non hanno fatto altro che gettare ancora più nello sconforto. La speranza è che ancora una volta, il celebre batterista riesca a spuntarla, negli ultimi anni si era già salvato per miracolo in seguito ad un coagulo alle braccia e per un’infezione da stafilococco. Si attendono ulteriori aggiornamenti nelle prossime ore.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.