Covid-19, Lilli Gruber racconta: “Ho preso Omicron 4 o 5, ecco quali sintomi ho avuto…”

LA GIORNALISTA LILLI GRUBER HA RACCONTATO LA SUA RECENTE ESPERIENZA CON IL COVID-19, ECCO COSA È SUCCESSO AL VOLTO NOTO DI LA7 (ED EX RAI)

Il coronavirus non ha fatto sconti a nessuno e ha colpito milioni di persone dal 2020 a questa parte, lasciando strascichi (sia fisici che psicologici) in molti individui che hanno contratto la malattia. Tra questi figura anche una nota giornalista italiana che ha parlato al programma tv “Un Giorno da Pecora“, in onda su Rai Radio 1, della sua esperienza con il Covid-19. Si tratta di Lilli Gruber, volto noto di La7 ed ex giornalista Rai, la quale ha dichiarato di aver preso una delle ultime varianti dopo “aver condotto una vita da monaca“.

LILLI GRUBER E IL COVID-19

Ho preso Omicron 4 o 5 – ha spiegato la Gruber – quella super aggressiva, dopo aver vissuto come una monaca per due anni e mezzo. Una sera di due settimane e mezzo fa eravamo a cena con una quindicina di amici, c’era un’americana che conosco e che proveniva da Davos e siamo stati contagiati praticamente tutti ad eccezione di chi aveva avuto il virus pochi mesi prima. Alla fine della cena ci siamo, purtroppo, abbracciati. Io sono sempre stata iper attenta, sono arrabbiata con me stessa e con la leggerezza di tutti gli altri perché il Covid non è affatto sparito”. Lilli Gruber ha aggiunto di esser stata molto male…

I SINTOMI DELLA GRUBER

Ho avuto tutti i sintomi – ha proseguito la giornalista – tra febbre a 38 e mezzo, tosse, mal di gola, mal di testa e anche la perdita del gusto che per fortuna ho riacquistato  È stata una brutta esperienza, sento ancora molta stanchezza e molta fiacca. Ero arrivata a 44 kg, ora mi sono rimessa all’ingrasso”. Un’ulteriore testimonianza, quella di Lilli Gruber, che dimostra quanto non si debba abbassare la guardia e in che modo si può essere colpiti da un “nemico invisibile” che non accenna a sparire.

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO IN ITALIA DI MERCOLEDÌ 15 GIUGNO 2022

Nelle ultime 24 ore sono stati 31.885 i nuovi casi di coronavirus registrati in Italia, mentre ieri erano stati 39.474. I tamponi effettuati sono 195.439 (ieri 228.559). La percentuale di positivi considerando il totale dei tamponi – quindi molecolari più antigenici rapidi – è al 16,3% (ieri era al 17,3%). Sono 48 i morti (compresi alcuni riconteggi), 6 i posti letto in più occupati in terapia intensiva rispetto a ieri. È questo il quadro che emerge dal bollettino del Ministero della Salute del 15 giugno.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.