VITTORIA, ESEGUITA L’AUTOPSIA SUL CORPO DELLA PICCOLA: COSA È EMERSO

Anche se per diversi motivi, l’Italia in questi giorni è sconvolta da tragedie riguardanti i bambini. Una di queste riguarda la povera Vittoria Scarpa, una splendida bambina che ha perso la vita sabato 11 giugno a Torre Annunziata. 

La piccola stava trascorrendo una piacevole giornata al madre, presso il lido Risorgimento, assieme alla madre Mina e alla sorellina, nata da pochi mesi. Ma improvvisamente la spensieratezza e il relax hanno ceduto il posto alla disperazione.

COSA È EMERSO DALL’AUTOPSIA 

Secondo la ricostruzione dei carabinieri, la spiaggia quel giorno era affollatissima e la bambina si sarebbe allontanata, improvvisamente, mentre la mamma stava allattando la neonata. La donna, iscritta per atto dovuto dalla procura di Torre Annunziata nel registro degli indagati per abbandono di minore, resasi conto della scomparsa della figlia, ha urlato il suo nome. 

Da lì a poco si è attivata una rete di solidarietà e le ricerche sono scattate tempestivamente, seppur inizialmente concentrare sulla spiaggia. Due ore dopo, la guardia costiera ha ritrovato la piccola in mare, attaccata ad una boa, ormai priva di sensi. Le sue condizioni sono apparse sin da subito disperate ma i sanitari del 118, intervenuti sul posto,l’hanno trasportata urgentemente in ospedale ma ogni tentativo di salvarle la vita si è rivelato inutile e ne è stato constato il decesso. La piccola è spirata mentre la madre le teneva la mano. 

Ieri mattina, 14 giugno, sul corpicino di Vittoria è stato eseguito l’esame autoptico allo scopo di chiarire, una volta per tutte, le cause del decesso. Le ipotesi più accreditate erano quelle dell’annegamento o del malore. Da quanto riportato sul quotidiano Stylo24, sembrerebbe che la piccola sia deceduta per annegamento, per l’acqua entratale nei polmoni che le ha impedito di respirare, sino alla sua fine. 

 Gli inquirenti, intanto, hanno posto sotto sequestro i telefoni dei bagnini che lavorano nello stesso lido in cui è avvenuta la tragedia, oltre a visionare alcuni filmati delle telecamere di sorveglianza presenti nella struttura balneare per capire come mai nessuno si sia reso conto della presenza della piccola, che sembra essere entrata in acqua da sola. Le forze dell’ordine hanno acquisito le testimonianze dei bagnanti e di alcuni presenti in zona con la speranza di carpire più informazioni possibili. 

Ora che è stata eseguita l’autopsia sulla salma di Vittoria, le autorità hanno dato l’autorizzazione per la cerimonia funebre che si terrà in forma privata.. Intanro all’ingresso della scuola di Via Tagliamonte, che frequentava la bimba, in tanti hanno voluto depositare disegni, peluche, fiori, messaggi. Ognuno, a suo modo, vuole dare il suo ultimo saluto a questo splendido angelo, volato in cielo così presto. 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.