SERIE A IN LUTTO, IL CAMPIONE CI HA LASCIATO ALL’IMPROVVISO: TIFOSI SCONVOLTI

In questi giorni il nostro Paese è straziato da tragedie che stanno sconvolgendo l’opinione pubblica. Spesso si tratta di malori improvvisi, ma anche di incidenti stradali che costano la vita spesso a giovani vite. Si tratta indubbiamente di episodi che lasciano un segno profondo tra amici e famigliari delle vittime. Purtroppo continuano ad arrivare notizie di drammi assurdi.

In queste ore il mondo dello sport è stato sconvolto da una tragedia che nessuno si sarebbe mai aspettato, soprattutto così all’improvviso. I fan di questa personalità sono rimasti sconcertati alla notizia arrivata in tutte le redazioni dei giornali d’Italia, anche perchè stiamo parlando di un campione assoluto del calcio italiano. Vediamo che cosa è successo è chi è la vittima.

MORTO IL CAMPIONE

Paragonato più volte a Franz Beckenbauer, il giocatore che è morto è cresciuto nella Maceratese, nella sua città natale appunto, Macerata, per poi approdare a Firenze. Stiamo parlando di Giuseppe Brizi, che a 80 anni ha lasciato questo mondo nelle ultime ore destando sconcerto in tutto il mondo dello sport, e tra amici e famigliari.

Il decesso è avvenuto nelle scorse ore. Brizi era un grande campione e con la Fiorentina ha giocato ben 280 partite in Serie A dal 1962 al 1976. Giuseppe ha tifato Fiorentina fin da quando aveva 14 anni e nella stagione 1955-1956 festeggia il suo primo scudetto con i viola, vincendone poi un altro nel 1968-1969.

Brizi è spesso citato per un gol decisivo che contribuì ad evitare la retrocessione della Fiorentina nella stagione 1970-1971. Nella partita Fiorentina-Inter, l’ultima occasione per i viola per non retrocedere, sul 2-1 in favore dei nerazzurri, Brizi segnò il gol del pareggio del 2-2, cosa che sancì la salvezza per la Fiorentina. Quel giorno fu festa grande in quel di Firenze, per cui la città è ancora oggi estremamente riconoscente a Giuseppe Brizi.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.