TERRIBILE INCENDIO, PERSONE INTRAPPOLATE SUI BALCONI: IL BILANCIO DEI MORTI È GRAVISSIMO

Un incendio devastante è divampato la scorsa notte in un enorme edifico alla periferia della città. I soccorritori sono a lavoro per cercare di liberare i superstiti che cercando disperatamente una via di fuga sui balconi. L’aria è irrespirabile e, purtroppo, se non si riesce a domare tempestivamente le fiamme la conta dei morti è destinata a salire. 

Si tratta di una delle tragedie più grandi della storia della città, al momento si sta cercando di ricostruire l’incidente per stabilirne le cause. Purtroppo, pare che l’edificio fosse sprovvisto di qualsiasi tipo di sistema di sicurezza. Per decine di persone si è trasformato in una macabra trappola senza vie di fuga: ecco cosa è successo.

L’ACCADUTO

Un vero e proprio inferno di fuoco quello scoppiato in un edificio commerciale a est di Delhi, in India. Al momento i morti accertati sono ben 27, ma molti sono stati trasportati in ospedale in gravi condizioni. Raccapriccianti le immagini di molti disperati che, per scampare alle fiamme, si sono gettati dalle finestre tentando l’ultimo disperato tentativo di sopravvivere.

I vigili del fuoco hanno cercato disperatamente di domare le fiamme per tutta la notte, ma non è stato facile farvi fronte per via della grande quantità di materiale infiammabile presente nel palazzo. Purtroppo l’edificio in questione è risultato totalmente sprovvisto di qualsiasi requisito antincendio, assenti le scale di sicurezza e perfino gli estintori. Si tratta di problematiche molto comuni in India dove, per via degli scarsi controlli, difficilmente vengono rispettati i requisiti di sicurezza da parte dei costruttori.

La polizia, che per questi motivi ha subito arrestato i due proprietari del palazzo, sta cercando di ricostruire l’accaduto per stabilirne le cause. Secondo alcune testimonianze, pare che l’incendio sia scoppiato al primo piano a causa di un malfunzionamento di un condizionatore d’aria o per un corto circuito. Drammatiche le immagini dei familiari assiepati nei pressi del Palazzo per cercare disperatamente notizie dei propri cari.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.