Esplosione improvvisa in Italia: ci sono danni alle abitazioni, soccorritori sul posto. Ecco tutti i dettagli

ESPLOSIONE IMPROVVISA IN ITALIA
Si sono vissuti attimi di paura nelle scorse ore in seguito ad un’esplosione improvvisa che ha provocato un forte boato, con la macchina dei soccorsi che si è messa immediatamente in moto. All’originale della violenta deflagrazione – come riportato da “BlogSicilia.it” – è stato lo scoppio di una bombola del gas avvenuto all’interno di un appartamento: i fatti si sono verificati in via Napoli, a Campobello di Licata. In seguito all’esplosione sul posto sono immediatamente giunti i Carabinieri della stazione locale coordinati dai militari della compagnia di Licata. In seguito all’esplosione è rimasta ferita una donna che fortunatamente ha riportato solo delle lievi ustioni ed è stata trasferita in ambulanza presso l’ospedale di Canicattì per ricevere tutte le cure del caso. Sul luogo, inoltre, sono arrivati anche i Vigili del Fuoco di Licata e di Canicattì. Tragedia nei cieli italiani: ci sono morti. Ecco cosa è successo

LA FORTE ESPLOSIONE HA PROVOCATO DANNI ALLE ABITAZIONI VICINE
In seguito all’esplosione provocata da una bombola a gas in via Napoli, a Campobello di Licata, dunque, una donna è rimasta ferita ed è stata trasferita in ospedale per ricevere tutte le cure del caso. Secondo quanto riportato da “BlogSicilia.it”, fortunatamente non sono rimasti feriti né il compagno della donna, né il figlio che al momento della deflagrazione si trovavano in un’altra stanza. Danni seri, invece, sono stati riportati dai vetri della case e di alcune case vicine.

IL FORTE BOATO HA SVEGLIATO L’INTERO QUARTIERE
L’esplosione improvvisa che si è verificata nelle scorse ore a Campobello di Licata – come riportato da “BlogSicilia.it” – ha provocato un forte boato che ha svegliato l’intero quartiere, mettendo in allarme tutti i residenti della zona. Fortunatamente si è trattato di un’esplosione meno grave rispetto a ciò che avvenne a Ravanusa nei mesi scorsi, ma di certo ha riportato alla mente la paura e i drammatici ricordi per le vittime che si registrano nel paese agrigentino.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.