Le nuove regole sul reddito di cittadinanza: ecco chi lo perde

Sono più di 3 milioni, secondo gli ultimi dati forniti dall’Inps, coloro che hanno beneficiato del reddito di cittadinanza, una misura di politica attiva del lavoro e di contrasto alla povertà, alla disuguaglianza e all’esclusione sociale. 

La misura assistenziale, come noto, è stata istituita nel 2018 ed ha visto, in questi 4 anni per la sperimentazione uno straordinario riscontro. Il governo, dal canto suo, sta esaminando la validità della misura che trova pareri discordanti. Il premier Mario Draghi, per il momento ha garantito che il programma continuerà ad essere in vigore, anche verranno apportate alcune correzioni per migliorare al massimo l’efficienza in materia di delocalizzazione.

Le novità in arrivo 

Il mese di aprile si prospetta, dunque, ricco di brutte notizie per una parte dei percettori del reddito di cittadinanza e della pensione di cittadinanza. L’Inps ha confermato di aver sospeso le rate di entrambi i sussidi ai beneficiari che non sono in possesso di un Isee valido per l’anno 2022, quindi ci sarà uno stop nell’erogazione della misura assistenziale per coloro che non hanno ancora fornito all’Istituto di Previdenza sociale i dati aggiornati sulla propria situazione economica. Per ricevere nuovamente le mensilità, sarà necessario, quindi, presentare una nuova Dichiarazione Sostitutiva Unica (Dsu)

Inoltre, sulla mensilità di marzo in pagamento ad aprile, per alcuni beneficiari di reddito e pensioni di cittadinanza, sarà applicato un conguaglio a compensazione di quanto ricevuto in più nel mese di febbraio,per la mancata applicazione del ricalcolo dell’assegno in presenza di altre prestazioni assistenziali.   Quando arriva la prima ricarica del reddito di cittadinanza di aprile 2022? Per coloro che hanno presentato una nuova domanda o per chi ha rinnovato la carta Rdc e Pdc entro il mese di Marzo 2022, la ricariche Inps saranno probabilmente pagate all’incirca dal 15 Aprile 2022. Nel mese di Aprile 2022, le ricariche “ordinarie” per i percettori di Reddito e di Pensione di Cittadinanza, dovrebbero giungere entro il 25 Aprile 2022.

Gli appuntamenti da sottolineare a questo proposito, quindi, sono quelli del 25 aprile per i vecchi beneficiari e del 15 aprile per i nuovi. Tuttavia, dato che tutti e due coincidono con giornate speciali, il giorno della Liberazione nel primo caso e un Venerdì Santo nel secondo, è probabile che i vecchi beneficiari possano beneficiare dell’assegno con qualche giorno di antipo o in ritardo.Quale Numero Verde bisogna contattare per verificare il Saldo e l’Accredito dei Pagamenti? Il Numero Verde del reddito di cittadinanza è sempre l’800.666.888.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.