“Sono loro tre”. Problemi seri per il GF Vip. Alex, Sophie e Miriana: la scoperta è delle ultime ore

GF Vip 6, il duro attacco viene da fuori. Il grande finale è sempre più vicino per il reality show di Alfonso Signorini eppure i colpi di scena continuano a tenere alta l’attenzione. Non solo tra le pareti di casa di Cinecittà, dove gli inquilini sono ancora coinvolti nella quotidianità di una convivenza ‘forzata’, ma anche da fuori. E il grido di protesta si fa sentire forte e chiaro.

A scagliarsi contro il reality show di Canale 5 direttamente il Moige, ovvero il Movimento Italiano Genitori, un’associazione di promozione socialeitaliana impegnata in ambito sociale ed educativo per la protezione dei minori. Pare che a detta del nucleo associativo il programma sia decisamente diseducativo per contenuti e messaggi.

GF Vip 6 attacco Moige pornografia sentimenti

Elisabetta Scala afferma: “Pornografia dei sentimenti e i protagonisti del reality show sono adulti poco risolti”. Una voce, quella del Movimento, a cui il settimanale Nuovo ha dato lo spazio per esprimersi. Una panoramica generale anche sui concorrenti.00:00/00:00

GF Vip 6 attacco Moige pornografia sentimenti

A esprimersi è stata la vicepresidente del Movimento Italiano Genitori, soprattutto su tre concorrenti del gioco: Alex Belli, Sophie Codegoni e Miriana Trevisan. Sull’attore: “Siamo di fronte a un narcisista manipolatore e si tratta di un uomo conteso da due donne e non il contrario”.

GF Vip 6 attacco Moige pornografia sentimenti

Un punto di vista che risuona familiare visto che sull’attore sembra essere della stessa opinione anche Nathaly Caldonazzo. E ancora, qualcosa su Sophie Codegoni, gieffina sotto i riflettori in seguito alla relazione nata con Alessandro Basciano.

GF Vip 6 attacco Moige pornografia sentimenti
GF Vip 6 attacco Moige pornografia sentimenti

“Vittima di una dinamica violenta”, tuona il Moige. In ultimo un punto di vista anche su Miriana Trevisan. A detta del movimento: “Credo sia poco opportuna. Certi sentimenti non vanno sbandierati”. Insomma, un bilancio per nulla positivo. E voi cosa pensate?

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.