Si accascia fuori alla farmacia, Cristian muore a 44 anni dopo un malore improvviso. Vani i soccorsi

Gli interventi di rianimazione non sono serviti a nulla: gli è anche stato praticato il massaggio cardiaco, ma per un 44enne non c’è stato nulla da fare. Il tutto è accaduto di fronte ad una farmacia dove aveva effettuato un tampone poi risultato negativo. La tragedia si è consumata davanti ai passanti che lo hanno visto accasciarsi all’improvviso e hanno subito chiamato i soccorsi. È intervenuto il 118 con un’ambulanza mediclalizzata della Pubblica Assistenza Svs. Sono iniziate subito le manovre rianimatorie ma appunto ogni tentativo di salvarlo è stato inutile.Adv

A perdere la vita un uomo di 44 anni, Cristian Franchi residente a Livorno, ma pratese di nascita. Proprio a Prato era cresciuto, poi il trasferimento qualche anno fa per lavoro a Livorno. Lascia un figlio di 4 anni e la moglie. Il malore è avvenuto nella mattina di sabato 8 gennaio nel complesso di Porta a Mare, adiacente a piazza Mazzini. Franchi era in farmacia per un tampone, poi risultato negativo. Dopo essere uscito dall’esercizio commerciale e si è accasciato al suolo. I passanti e la gente in coda per i tamponi hanno capito subito la gravità della situazione e hanno praticato le prime manovre rianimatorie.

cristian franchi malore morto livorno

“Si è improvvisamente accasciato al suolo – racconta un testimone oculare, Stefano Bogi – Insieme a un’altra persona e un dipendente della farmacia abbiamo provato a salvarlo praticandogli il massaggio cardiaco, ma purtroppo non c’è stato niente da fare”. Come scrive Il Tirreno, le manovre salvavita sono poi proseguite con i volontari della Svs di via San Giovanni e Ardenza e il medico del 118. Ma purtroppo è stato tutto inutile. Sul posto per le indagini è intervenuta la polizia di Stato con due volanti dell’ufficio prevenzione generale e soccorso pubblico (foto da Il Tirreno).

cristian franchi malore morto livorno

Cristian Franchi lavorava al grande magazzino Obi di Livorno, dopo un’esperienza da Leroy Merlin dove aveva conosciuto Stefania, quella che poi è diventata sua moglie. Una persona affabile Cristian, lo ricordano tutti, molto benvoluta sul lavoro. A Obi era diventato caporeparto. Poi la nascita del figlio a arricchire ulteriormente la sua vita fatta di tanti affetti. Prato e Livorno sono unite nel dolore. Il ricordo del cognato: “Eri una bellissima persona”

volontarsi svs livorno
volontarsi svs livorno

Davvero una tragedia quella di Cristian Franchi: da dieci anni si era trasferito da Prato a Livorno ma un infarto fulminante lo ha colpito nella giornata di sabato 8 gennaio. Per lui non c’è stato nulla da fare nonostante i numerosi tentativi di rianimarlo. Aveva 44 anni e lascia la moglie e un figlio di 4 anni. Era benvoluto da tutti e lavorava al grande magazzino Obi di Livorno.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.