“È una strage”. Intrappolati nelle auto da una tempesta di neve: 44 morti, 10 sono bambini

Loading...

È una strage. Il Pakistan conta le vittime, salite ad almeno 44 con 41 feriti, a causa delle tempeste di neve e di gelo che si sono abbattute su diverse regioni negli ultimi giorni. Le notizie diramate dal ministero dell’Interno sono drammatiche. Almeno 22 persone, tra cui 10 bambini, sono morte assiderate all’interno delle loro automobili. La tormenta li ha bloccati mentre si trovavano in strada.

Il Primo Ministro, Imran Ahmed Niazi Khan, parla in un tweet di ieri mattina, 8 gennaio 2022, di nevicate senza precedenti. Ma anche di persone che si mettono in viaggio senza informarsi prima sulle condizioni meteo e di impreparazione da parte delle amministrazioni locali. Nella zona di Murree, una località turistica a 70 chilometri dalla capitale del Pakistan, Islamabad, sono migliaia i veicoli fermi a causa della coltre bianca.

tempesta neve 44 morti

Il ministro degli Interni Imran Ahmed Niazi Khan ha diffuso un video in cui invita la popolazione a fornire coperte ai turisti bloccati su un’autostrada durante una tormenta di neve. Come riportato dalla BBC le guardie di frontiera e i Rangers sono al lavoro per liberare le strade e mettere in salvo le persone rimaste intrappolate.

tempesta neve 44 morti

Molte delle vittime erano turisti. Secondo quanto riferito dalla polizia locale alcuni sono morti per il freddo, altri probabilmente a causa dell’inalazione dei gas di scarico delle auto bloccate nella neve. Nelle zone maggiormente colpite come la città di Murree i disagi sono enormi. Oltre al traffico bloccato si registra anche la mancanza di gas per il riscaldamento ed inizia a scarseggiare pure l’acqua potabile.

Loading...

https://platform.twitter.com/embed/Tweet.html?dnt=false&embedId=twitter-widget-0&features=eyJ0ZndfZXhwZXJpbWVudHNfY29va2llX2V4cGlyYXRpb24iOnsiYnVja2V0IjoxMjA5NjAwLCJ2ZXJzaW9uIjpudWxsfSwidGZ3X2hvcml6b25fdHdlZXRfZW1iZWRfOTU1NSI6eyJidWNrZXQiOiJodGUiLCJ2ZXJzaW9uIjpudWxsfSwidGZ3X3NwYWNlX2NhcmQiOnsiYnVja2V0Ijoib2ZmIiwidmVyc2lvbiI6bnVsbH19&frame=false&hideCard=false&hideThread=false&id=1479735428848697344&lang=it&origin=https%3A%2F%2Fwww.caffeinamagazine.it%2Fworld%2Fpakistan-tempesta-di-neve-44-morti%2F&sessionId=559dae5c4c44539c7b0e0d41d28395e1457c0a5d&theme=light&widgetsVersion=9fd78d5%3A1638479056965&width=550pxhttps://platform.twitter.com/embed/Tweet.html?dnt=false&embedId=twitter-widget-1&features=eyJ0ZndfZXhwZXJpbWVudHNfY29va2llX2V4cGlyYXRpb24iOnsiYnVja2V0IjoxMjA5NjAwLCJ2ZXJzaW9uIjpudWxsfSwidGZ3X2hvcml6b25fdHdlZXRfZW1iZWRfOTU1NSI6eyJidWNrZXQiOiJodGUiLCJ2ZXJzaW9uIjpudWxsfSwidGZ3X3NwYWNlX2NhcmQiOnsiYnVja2V0Ijoib2ZmIiwidmVyc2lvbiI6bnVsbH19&frame=false&hideCard=false&hideThread=false&id=1479752168768999429&lang=it&origin=https%3A%2F%2Fwww.caffeinamagazine.it%2Fworld%2Fpakistan-tempesta-di-neve-44-morti%2F&sessionId=559dae5c4c44539c7b0e0d41d28395e1457c0a5d&theme=light&widgetsVersion=9fd78d5%3A1638479056965&width=550px

Fonti della polizia riferiscono che ci sono automobili interamente sepolte dalla neve e che il bilancio delle vittime sembra destinato a salire. Intanto a Murree sono state chiuse le scuole ed il traffico in entrata è stato fermato ad eccezione dei soccorsi. La tragedia si è consumata anche a causa dell’arrivo di persone accorse proprio per assistere a queste abbondanti nevicate. Si calcola che oltre 100mila macchine sono giunte nella località nei giorni scorsi. Anche per questo il primo ministro Imran Khan ha disposto delle indagini e imposto di regolamentare il traffico per evitare altre vittime.

Morti anche nel Punjab: 7 persone sono rimaste uccise per il crollo di un tetto causato dal peso della neve. 12 decessi e 29 feriti nel distretto nord-occidentale del Khyber Pakhtunkhwa, confine con l’Afghanistan, non solo per la neve ma anche per la pioggia caduta recentemente. Nel Beluchistan due bambini sono morti per la caduta di un tetto. Fortunatamente il meteo dovrebbe migliorare nelle prossime 72 ore.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.