“Anche lui tra le vittime”. Incidente aereo, elicottero si schianta al suolo: 11 morti e 3 sopravvissuti

Incidente aereo, elicottero precipita e si schianta al suolo. Le televisioni hanno mostrato l’elicottero in fiamme mentre i residenti cercavano di domare l’incendio avvenuto nei pressi di Coonor nel distretto di Nilgiri, nello stato indiano del Tamil Nadu.

Tre persone che si trovavano a bordo del velivolo, un elicottero Mi-17V5 dell’Aeronautica militare indiana, sono state tratte in salvo, mentre per le altre undici non c’è stato niente da fare. L’aviazione ha dichiarato in un tweet che è stata disposta un’inchiesta sull’incidente.

Elicottero militare precipita India morti

Tra le vittime l’uomo più in alto al comando della Difesa, il generale Bipin Rawat, 63 anni. Il capo di stato maggiore era a bordo di un elicottero Mi-17V5 di fabbricazione russa insieme alla moglie e ad altri alti funzionari della difesa. Il mezzo era decollato dalla base di Sulur ed era diretto a Wellington, sede di una scuola militare.

Elicottero militare precipita India morti

L’Aeronautica Militare ha reso noto che non è ancora stato accertato cosa abbia fatto precipitare l’elicottero ed è stata avviata un’inchiesta sulle cause del disastro. Ha servito come Capo di Stato Maggiore della Difesa (CDS) delle forze armate indiane da gennaio 2020 e prima di assumere il controllo come CDS, è stato il 57esimo e ultimo presidente del Comitato dei capi di stato maggiore nonché 26° Capo di Stato Maggiore dell’Esercito Indiano.

Ufficiale pluridecorato, Bipin Rawat aveva 63 anni ed era nell’esercito indiano dal 1978. Anche il padre e il nonno erano stati generali. Il capo di stato maggiore si trovava sull’elicottero insieme alla moglie, anche lei morta nell’incidente. Il velivolo era decollato dalla base di Sulur ed era diretto a Wellington, sede di una scuola militare.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.