Il sorriso di Jessica si è spento: la giovane mamma di tre bimbi non ce l’ha fatta

Loading...

Aveva solo 34 anni, Jessica Colleoni, quando il suo cuore ha cessato di battere a causa di un terribile male che l’ha strappata ai suoi affetti più cari, ai suoi tre bambini :Luca 10 anni, Alessio 6 anni e Davide di soli 18 mesi; a suo marito Matteo, ai suoi genitori Daniela e Franco, al fratello Diego, ai parenti e agli amici. 

Aveva solo 34 anni ed era “una mamma e una figlia fantastica”, sussurra papà Franco Colleoni mentre gli si inumidiscono gli occhi e la parole s’interrompono per il dolore lancinante legato alla perdita improvvisa della sua amata figlia. Poi riesce a dire: “Jessica era solare, per tutti aveva un sorriso, io stravedevo per lei”. 

Loading...

L’accaduto

L’improvviso decesso della giovane 34enne di Bergamo ha gettato nello sconforto l’Italia intera. In tanti hanno pregato affinchè Jessica, da guerriera, riuscisse a sconfiggere il male incurabile che, purtroppo, ha avuto la meglio su di lei. 

E’ dura per papà Franco ripercorrere il calvario vissuto dalla sua Jessica e con lei da tutti i suoi cari, fino a mercoledì sera, 27 ottobre 2021, quando è spirata a causa di quel male incurabile che le era stato diagnosticato poco più di un anno fa. Anche prima di morire, il suo pensiero era rivolto ai suoi piccoli. Jessica infatti, ha chiesto di non essere vista con gli occhi chiusi dai suoi bambini. Diciotto mesi di speranze e delusioni, da quando, a febbraio 2020, la diagnosi costringe ad andare all’Istituto oncologico di Milano, dove le dicono di partorire subito il bimbo che porta in grembo.

Poi avanti e indietro dall’ospedale, dove veniva accompagnata dal padre e dal marito, anche se lei doveva entrare da sola, facendo tutto da sola, senza il conforto di un famigliare a causa delle restrizioni per il Covid. Sapeva tutto, aveva capito tutto. A volte stava bene, a volte no. Diceva che ormai capiva dagli occhi, prima che dalle parole dietro la mascherina, cosa le avrebbe detto il dottore. Anche quegli occhi a volte erano rigati di lacrime.

I medici hanno cercato di fare il possibile, ma gli sforzi sono stati vani. In questi mesi si è sottoposta a intense fisioterapie per poter tenere in braccio il suo bambino, indebolita dal male e dalle cure. I funerali sono stati celebrati stamattina, 30 ottobre, alle 10:00, nella chiesa parrocchiale di Seriate, partendo dall’abitazione di via De Gasperi 13.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.