Uccide la figlia nel giorno del compleanno e si uccide. Omicidio-suicidio in strada nel padovano

Loading...

Dramma nel padovano, i corpi di due persone sono stati trovati in strada. Secondo una primissima ricostruzione si tratterebbe di un padre e di una figlia, e di un caso di omicidio-suicidio. Pare che oggi fosse il compleanno della donna.

A trovare i corpi riversi a terra sono stati alcuni amici e parenti arrivati sul posto per festeggiare il compleanno della donna. La vittima aveva 55 anni.

Uccide la figlia e poi si toglie la vita: dramma nel padovano

Sarmeola di Rubano, è qui che oggi si è consumato un dramma.

Un caso di omicidio-suicidio che ha coinvolto padre e figlia. Stando alle primissime ricostruzioni, l’uomo, un 88enne di Monfalcone (Gorizia) si è recato nella cittadina del padovano per incontralre la figlia. Oggi la donna, una 55enne, avrebbe dovuto festeggiare il compleanno.

Loading...

I due avrebbero litigato e il padre avrebbe sparato alla figlia per poi togliersi la vita. La lite è avvenuta al di fuori dell’abitazione della donna. Sembrerebbe che la donna abbia cercato di fuggire prima di essere uccisa.

Omicidio-suicidio nel padovano: i corpi ritrovati da alcuni parenti

La vittima si chiamava Doriana, l’uomo che l’ha uccisa, il padre 88enne, si chiamava Stelvio Cerqueni era nato in Serbia ma risiedeva a Gorizia.

A trovare i corpi di padre e figlia sono stati alcuni parenti, arrivati per festeggiare il compleanno della donna. Sul posto sono arrivati i carabinieri del Nulceo Investigativo di Padova e quelli della Stazione locale dei carabinieri.

Questo è solo l’ultimo di una lunga scia di omicidi e femminicidi che si susseguono dall’inizio del 2021: i dati parlano chiaro, al 12 settembre sono 197 gli omicidi, 81 le vittime di sesso femminile, 70 quelle uccise per mano di un partner, un ex o un parente.

Un strage senza fine, dove a farne le spese sono sempre le donne che si sono trovate nella condizione di non riuscire nemmeno a denunciare.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.