“Si richiude tutto”. La minaccia di Speranza: torna lo spettro del lockdown

Loading...

Ritorna l’incubo delle zone rosse e del lockdown per gli italiani. Ad annunciare che si potrebbe ritornare alle misure restrittive del passato, nonostante si era detto che non le avremmo viste più, è il ministro della Salute Roberto Speranza, intervistato dal Corriere della Sera, che lancia l’allarme in vista della riapertura delle scuole:

“Il vaccino è lo strumento per evitare nuove misure restrittive. Il virus esiste ancora, è forte e circola. O rafforziamo ancora la campagna vaccinale, o siamo costretti a immaginare che a un certo punto bisognerà usare le misure del passato”. E il ministro non smentisce nulla quando la giornalista che lo ha interpellato parla apertamente di lockdown:

Loading...

“Sto dicendo che i vaccini salvano la vita delle persone. In pandemia la coperta rischia di essere corta, o la tiriamo con forza dalla parte dei vaccini o dovremo immaginare nuove chiusure”. Riguardo l’obbligo vaccinale annunciato da Draghi, spiega “ho molto apprezzato la forza e il rigore con cui ha scelto di puntare tutte le nostre fiches sulla campagna vaccinale.

Il passaggio dell’Ema renderebbe tutto più facile, ma i vaccini sono già sicuri e quindi si può fare anche senza, come è stato per il personale sanitario. Un governo ha sempre un margine di scelta. Si valuterà col passare delle settimane. L’obbligo – prosegue Speranza – non è una scelta già determinata e certa, ma uno strumento che abbiamo e se necessario andrà attuato senza paura.

Il governo terrà conto del quadro epidemiologico e delle ospedalizzazioni, con particolare attenzione alle terapie intensive e al numero dei decessi, la cosa più drammatica. Questi dati si incroceranno con la percentuale di vaccinati. La scelta si farà in base a una somma di fattori, tra cui la forza della variante. Potremmo trovarci in difficoltà anche con più del 90% di vaccinati, o al contrario non avere bisogno dell’obbligo pur senza raggiungere quella quota”.

Parole che non lasciano certo presagire ad un futuro roseo per l’autunno. L’obiettivo di Speranza è quello di vaccinare tutto il mondo per sconfiggere la pandemia: “Paesi più ricchi e forti si fanno carico di costruire una campagna di vaccinazione estesa a tutte le nazioni. Nessuno si salva da solo e il vaccino è l’arma che abbiamo. Quando ne usciremo? Fauci ha detto nel 2023… Dipenderà dalla nostra capacità di vaccinare tutto il mondo”.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.