Addio al Bollo Auto, Draghi cancella la tassa: chi potrà non pagarlo

Loading...

Il Governo Draghi ha studiato differenti riforme, tra cui anche delle novità decise per il 2021 per quanto riguarda il bollo auto, la tassa sul possesso del veicolo in Italia. La più grande introdotta oggi, che fa gola a molti utenti, non riguarda però il bollo auto presente o futuro, bensì quello passato.

Cosa significa? Il Governo ha deciso che chi ha ancora debiti nei confronti delle casse della propria Regione (il bollo è infatti una tassa regionale, riscossa quindi dall’ente locale, e non dallo Stato) può dormire ora sonni tranquilli. I proprietari di autovetture che non hanno pagato il bollo nel periodo che va dal 2000 al 2010, oggi vedranno il loro debito cancellato.

Questa è la novità introdotta in seguito all’entrata in vigore del decreto legge numero 41 del 22 marzo 2021 (Decreto Sostegni); il premier Draghi ha confermato la cosiddetta pace fiscale, che cancella definitivamente milioni di cartelle esattoriali (si tratta di quelle del periodo il 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2010, con importo massimo pari a 5.000 euro, non oltre).

Loading...

Una specie di sconto per gli inadempienti, sicuramente non ben visto da tutti coloro che sono sempre stati in regola, pagando il bollo auto ogni anno, rispettando le scadenze imposte. Per quanto concerne invece le novità previste per il 2021, la prima riguarda le auto elettriche, che non saranno soggette al pagamento del bollo in due regioni del nord Italia: Lombardia e Piemonte. Le vetture tradizionali invece continuano ad essere soggette al versamento di questa tassa di possesso, gli importi sono calcolati come segue:

  • per le auto Euro 0 fino a 100 kilowatt di potenza, si pagano 3 euro ogni kW (oltre invece 4,50 euro);
  • per le auto Euro 1 fino a 100 kilowatt 2,90 euro ogni kW (oltre 4,35 euro);
  • per le auto Euro 2 fino a 100 kilowatt di 2,80 euro/kW (oltre questa potenza, il costo è di 4,20 euro);
  • per le aut Euro 3 fino a 100 kW, si pagano 2,70 euro ogni kW (o 4,05 euro se si superano i 100 kW);
  • chi ha una macchina Euro 4,5,6 con potenza fino a 100 kW paga 2,58 euro ogni kW (oltre i 100 kW si pagano 3,87 euro/kW).

Novità 2021 anche per quanto riguarda le auto a metano e GPL, il Governo ha deciso di ridurre il costo del bollo per incentivare la diffusione di questa particolare categoria di vetture, proponendo uno sconto del 75% rispetto a quanto pagano gli stessi modelli alimentati a benzina o gasolio (attenzione, per beneficiare della riduzione le auto devono possedere la certificazione CEE che attesta alimentazione esclusiva a metano o GPL).

Ci sono inoltre cittadini che potranno chiedere il rimborso dei pagamenti del bollo auto relativi al 2020, avviato da parte della Regione Lombardia solo ed esclusivamente per coloro che svolgono un’attività lavorativa legata all’utilizzo della propria macchina.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.