Charlène di Monaco, la brutta notizia è appena arrivata

Loading...

Da mesi ormai la principessa Charlene di Monaco è in Sudafrica, lontana da casa e dalla sua famiglia. E da mesi si rincorrono le voci su una presunta crisi coniugale con il principe Alberto.

La ragione però è nelle sue condizioni di salute: una nota di Palazzo ha annunciato un secondo intervento a cui si è sottoposta la principessa, aggiungendo pochissimi dettagli. L’operazione però è riuscita e Charlene ora si sta riposando, in attesa di poter riabbracciare i suoi bambini,  Jacques e Gabriella, che la raggiungeranno insieme ad Alberto.

Loading...

Charlene è da mesi in Sudafrica Sulle condizioni di salute della principessa si sa pochissimo: la prolungata assenza della principessa dalla vita di corte ai tabloid era sembrata una fuga da Monaco per trascorrere del tempo in Sudafrica, dov’è cresciuta.

La famiglia reale ha spiegato che in realtà la questione era molto più grave: la scorsa primavera la principessa ha contratto una grave infezione otorinolaringoiatrica che l’ha costretta a subire una prima e una seconda operazione. I suoi problemi di salute avevano reso impossibile il rientro a Monaco, costringendola a saltare i festeggiamenti per il decimo anniversario di nozze.

La terza operazione della principessa Pochi giorni fa, con uno scarno comunicato stampa, è arrivata la notizia di una terza operazione chirurgica sotto anestesia, della durata di quattro ore. Queste sono le uniche informazioni disponibili: non si sa esattamente a cosa sia stata operata, né se sia in via di guarigione.

Solo poche settimane fa si era mostrata combattiva e fiera come testimonial della campagna contro la caccia ai rinoceronti: ora riposa in ospedale, mentre da Monaco Alberto e i bambini le mandano tutto l’affetto possibile, in attesa di raggiungerla per la convalescenza.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.