Alluvione in Austria, allarme frane: il fiume Kothbach ha rotto gli argini

Loading...

Forte alluvione in Austria, dove è scattato l’allarme per le frane. Il fiume Kothbach ha rotto gli argini e la località di Hallein è devastata. Il maltempo ha colpito il Paese e i vigili del fuoco si preparano ad essere costantemente in servizio fino a lunedì notte.

Alluvione in Austria: rischio frane e forti piogge

Allarme maltempo in Austria, che in queste ore è stata colpita da forti piogge. I vigili del fuoco si preparano a rimanere in servizio costante fino a lunedì notte. Si temono ulteriori alluvioni e frane lungo le Alpi settentrionali dal Tirolo, passando per Salisburgo e l’Alta Austria. Sono caduti 56mm di pioggia a Salisburgo, 46mm a Loferer Alm, 44mm a Kremsmünster. Anche Vienna è stata colpita da forti piogge e il centro per il maltempo ha emesso il livello di allerta rosso per tutti i distretti della città, tranne Penzing e Hietzing.

Il fiume Kothbach ha rotto gli argini, provocando un’alluvione davvero devastante ad Hallein, che è rimasta completamente sotto l’acqua. Nel capoluogo è scattato l’allarme della Protezione civile. Hanno consigliato alla popolazione di rimanere a casa e non entrare nei garage sotterranei e nelle cantine e di stare lontani dalle dighe.

Loading...

La pioggia più abbondante è caduta su St. Pölten, capitale della Bassa Austria. Nella città si sono registrati circa 83 litri per metro quadrato.

Secondo Wetterblog.at, St. Pölten ha stabilito dei veri e propri record di precipitazioni in sole tre ore, ovvero quello della più alta precipitazione giornaliera a luglio dall’inizio delle misurazioni nel 1894, la più alta quantità di precipitazioni orarie a luglio e la più alta quantità di pioggia caduta in sole tre ore. Sul Buchberg e a Kirchberg an der Pielach sono caduti più di 74 litri.

Alluvione in Austria: interventi dei vigili del fuoco

I temporali e le forti piogge hanno provocato circa 50 interventi dei Vigili del fuoco nel distretto di St. Pölten. Circa 222 soccorritori erano impegnati a svuotare cantine e scantinati, cercando di drenare l’acqua dalle strade. A St. Pölten e Wilhelmsburg sono state messe in atto delle misure precauzionali per la protezione dalle inondazioni. A Neunkirchen e Zöbern ci sono state delle piccole inondazioni. Lo stato di allerta rimane in vigore anche per tutta la giornata di domenica. Per il momento la situazione dei fiumi locali sembra calma, ma nelle prossime ore potrebbe cambiare, soprattutto sul versante nord delle Alpi, tra Reutte in Tirolo e Mariazell. I fiumi Enns e Steyr sono in osservazione, ma non sono previste inondazioni lungo il Danubio.

Alluvione in Austria: la situazione maltempo in Europa

La situazione maltempo in Europa si sta aggravando. L’ondata che ha colpito la Germania e il Belgio ha lasciato una scia di circa 180 vittime. La zona maggiormente colpita dalle alluvioni è il land della Renania Palatinato, dove si registrano 110 vittime, numero che secondo le autorità locali è destinato a salite. A queste vittime se ne aggiungono altre 45, tra cui quattro pompieri, nel Nord Reno-Westfalia. In Belgio sono state confermate 27 vittime. Le persone disperse sono tantissime, soprattutto in Germania. Angela Merkel visiterà il villaggio di Schuld, nella Renania-Palatinato. In entrambi i Paesi hanno già iniziato i lavori di pulizia e ricostruzione di tutte le aree che sono state devastate dal maltempo.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.