Aereo lancia droga su Oristano. Retroscena: il tragico errore del pilota che imitava i narcotrafficanti

Loading...

Una storia che ha del surreale quella che vede come protagonista un giovane pilota. Il 28enne Francesco Rizzo, arrestato dai militari di Oristano. Il motivo? L’uomo partito da Roma doveva lanciare la droga dall’aereo sui cieli della Sardegna. Peccato però che abbia sbagliato abitazione. Il carico – seguendo la tecnica dei narcos sudamericani – è finito nell’abitazione sbagliata. Perfetti sconosciuti si sono visti piovere 8,5 chili di cocaina per un valore di oltre 9 milioni di euro. Il pacco Il pacco ha rotto un pannello solare dell’abitazione a Baratili San Pietro, Oristano, e le indagini dei carabinieri sono subito scattate.

Loading...

I militari hanno così rintracciato l’istruttore Francesco Rizzo, incensurato e con molte ore di volo alle spalle. Il giovane era partito dall’aeroporto di Roma Urbe e, dopo aver effettuato una sosta al campo volo Monti della Tolfa di Santa Severa, aveva fatto rotta verso la Sardegna. Una volta arrivato nella provincia di Oristano, era sparito dai radar per 20 minuti circa durante i quali il pilota volava a bassa quota per individuare il punto della consegna. 

A incastrarlo anche il Gps dell’aereo, che ha confermato che in quei venti minuti Rizzo ha sorvolato la zona incriminata per poi fare scalo ad Olbia dove è stato immortalato dalle telecamere dello scalo. Per tre mesi i carabinieri hanno seguito gli spostamenti di Francesco Rizzo impegnato al momento come pilota per una compagnia ungherese come aerotaxi per vip e persone facoltose. Solo alla conclusione delle indagini Rizzo è stato arrestato, mentre risultano ancora in corso le ricerche di chi può avergli fornito i carico di droga.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.