Ondata improvvisa di maltempo in Italia: devastante grandinata

Loading...

Maltempo Piemonte: devastanti grandinate tra Biellese e Torinese, Ciriè ricoperta di bianco. Fulmine colpisce il Tribunale di Biella [FOTO e VIDEO]. Maltempo, forti temporali pomeridiani in Piemonte: Nel Torinese, si sono verificate le grandinate più devastanti. La località di Ciriè è stata completamente imbiancata.

Anche oggi, forti temporali pomeridiani si sono abbattuti sul Piemonte, provocando violente grandinate e danni. Una linea temporalesca si è estesa dal Vercellese all’alto Cuneese, passando per il Torinese e l’Astigiano. Nel Torinese, si sono verificate le grandinate più devastanti: come a Ciriè, dove le strade sono state ricoperte da uno spesso strato di bianco (foto e video dell’accaduto rendono l’idea).

Loading...

Ma sono tante le località colpite dalla grandine. Gravi danni ai vigneti a Viverone (Torino) per la forte grandinata. Un forte temporale si è abbattuto anche sul Biellese. Un fulmine ha colpito il Tribunale di Biella mettendo fuori uso il sistema antincendio. Per precauzione i Vigili del Fuoco hanno evacuato l’intero edificio e si sono occupati di mettere in sicurezza l’impianto.

Sul posto sono intervenute anche le volanti della Polizia di Stato. Forti temporali si stanno abbattendo anche sulla Lombardia, i più intensi dei quali sono in atto in provincia di Lecco. Secondo i dati aggiornati alle ore 19:15, sono caduti 24mm di pioggia a Rovagnate, 21mm a Santa Maria Hoè, 19mm a Perego.

Secondo le previsioni meteo per il 25 giugno, l’Italia farà i conti ancora a lungo con il caldo torrido e l’afa che sta attanagliando il Paese da nord a sud ma l’esteso effetto dell’Anticiclone africano porterà anche una conseguenza meteorologica diametralmente opposta: improvvise celle temporalesche che porteranno fulminei nubifragi e gradinate su alcuni settori delle regioni settentrionali, in particolare nel pomeriggio.

La cappa di calore dai connotati eccezionali per il periodo con temperature anche oltre i 45 gradi, infatti, andrà a scontrarsi con correnti relativamente meno calde provenienti dal nord dando vita a improvvisi annuvolamenti con conseguenti temporali che interesseranno l’arco alpino, in particolare quello di nord ovest, con possibili estensioni anche alle vicine zone di pianura.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.