Denise Pipitone: “E’ stato l’uomo con i baffi”. Documento inedito a Chi l’ha visto

Loading...

Nel 2004 Battista Della Chiave lavorava saltuariamente nel magazzino di via Rieti in cui asserisce di aver parlato con Denise Pipitone. Ed è plausibile che potesse essere da solo perché, come dimostra un documento a firma del proprietario dell’immobile mostrato a Chi l’ha visto? su Rai3, non c’erano altri dipendenti.

Chi è Battista Della Chiave? È il testimone che ha fornito per due volte elementi sulla scomparsa di Denise Pipitone, la bambina sparita nel 2004 da Mazara del Vallo. L’uomo sordomuto parla all’interprete della lingua dei segni e fa un nome:

Loading...

Giuseppe, rivela oggi mercoledì 19 maggio la trasmissione condotta da Federica Sciarelli. Gli mostrano la foto di Denise Pipitone, e l’uomo la riconosce e sostiene che l’ha tenuta lui mentre questo “Pep – Giuseppe” telefonava.

“Era insieme con me, poi qualcuno l’ha presa e portata via”, dice l’uomo ormai anziano e allettato. “Uno con i baffi ha portato via Denise” dice Battista che lo ha visto, un uomo riccio con i baffi che avrebbe portato via con uno scooter o una bicicletta. 

Dopo la scena del magazzino il presunto testimone sostiene di essere a conoscenza che la bambina è stata portata su una barca e nascosta sotto una coperta. Parla di un cavalcavia, di Denise che quando era con lui piangeva perché non aveva da mangiare e da bere, poi si era addormentata abbraccia a non si sa bene chi.

“Ho visto tutto”, dice l’uomo nonostante gli evidenti problemi di comunicazione.  La testimonianza di Della Chiave, ora scomparso, zio di Giuseppe D’Assaro spuntato più volte nell’indagine, punta proprio su un “Giuseppe” e riporta anche che l’uomo avrebbe visto la bambina caricata sulla barca. Ma sentito in incidente probatorio dagli inquirenti, Battista si è avvalso della facoltà di non rispondere.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.