Falso medico interveniva in tv come virologo: denunciato. Era un volto noto di Mediaset, Rai e La7

Loading...

Effettuava tamponi, prelievi di sangue per il rilevamento del Covid-19, anche per conto di enti pubblici, e spesso ospite in televisione per parlare della pandemia da coronavirus ma non aveva qualsiasi titolo all’esercizio della professione medica. Per questo motivo l’uomo è ora indagato dalla Procura di Torino per esercizio abusivo della professione medica e attivazione di un centro medico non autorizzato.

Negli ultimi mesi l’uomo era stato intervistato in molte trasmissioni Rai, Mediaset e La7 per la sua campagna di screening a tappeto dei comuni lombardi e spesso era stato protagonista di accesi diverbi. Nei confronti dell’imprenditore i carabinieri del Nas hanno eseguito un’ordinanza di misura cautelare che prevede nell’interdizione temporanea dall’esercizio di attività professionali o imprenditoriali.

L’imprenditore di Vercelli Andrea Adessi, 53 anni, titolare di Onilab, società con sede in via Mameli, in pieno centro, che effettuava tamponi per il rilevamento del Covid e spesso presenziava in tv nella veste di virologo, è ora indagato per i reati di esercizio abusivo della professione medica e attivazione di un centro medico non autorizzato.

Loading...

L’attività di indagine, iniziata nel gennaio scorso a seguito della segnalazione di un cittadino fatta sia all’Arma che all’Asl di un laboratorio nel centro vercellese attivo nell’effettuazione di tamponi per il rilevamento del Covid, è stata coordinata dal sostituto procuratore Carlo Introvigne della locale Procura della Repubblica e finalizzata al contrasto dell’abusivismo sanitario.

Dagli accertamenti dei carabinieri del Nas è emerso che la società di Andrea Adessi, formalmente impegnata nel commercio di prodotti farmaceutici, aveva avviato fin dall’inizio della pandemia una propria attività di screening legata al Covid-19 facendo direttamente i tamponi rapidi e molecolari e i prelievi venosi anche per conto di numerosi enti pubblici. Cosa che in realtà non avrebbe potuto fare.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.