Cinema e Tv in lutto, ci ha lasciati un grande attore

Loading...

Il suo ricordo con tutte le foto a fine articolo. Ha lottato fino all’ultimo, ma alla fine il cancro ha avuto la meglio, portandosi via Joseph Siravo a 64 anni. Noto soprattutto per aver interpretato il ruolo di Johnny Soprano, padre del protagonista Tony, nella seguitissima serie HBO «I Soprano», andata in onda dal 1999 al 2007 (era apparso in cinque episodi, durante alcuni flashback del figlio con la psicanalista dalla quale era in cura per i suoi attacchi di panico).

L’attore aveva debuttato sul grande schermo nel 1993 con «Carlito’s Way» di Brian De Palma (era Vincent “Vinnie” Tagliucci) e nel 2015 aveva vestito i panni di John Gotti nel film «The Wannabe».

Loading...

La notizia della morte di Siravo è stata confermata dalla figlia Allegra Okarmus con un post su Instagram: «Ero al suo fianco quando il mio adorato papà è morto serenamente questa mattina. Sono immensamente grata di averlo avuto qui sulla terra e so che non è andato molto lontano», ha scritto la donna in un post, condividendo poi una serie di foto dell’attore con lei da bambina e con il nipotino.

E sempre via social è arrivato anche il commosso ricordo del suo amico Garry Pastore, apparso ne «I Soprano» nel 2004. «Riposa in pace mio caro amico – si legge accanto allo scatto di Siravo – .

Hai combattuto un’incredibile battaglia. Mi mancherai. Ci vediamo dall’altra parte». L’attore ha poi ricordato la personalità del collega, definendolo «un vero gentiluomo. Recitare è sempre stata una passione e trovare dei veri amici che ti sollevano e ti sostengono è stato spesso difficile.

Io, Joe, Michael Rispoli e Jimmy Gandolfini ci siamo sempre sostenuti a vicenda, anche quando facevamo i provini per la stessa parte». Siravo è la seconda star de «I Soprano» che muore negli ultimi anni: il 19 giugno del 2013 è scomparso infatti James Gandolfini per un attacco di cuore mentre era a Roma in vacanza con il figlio.

È morto Joseph Siravo, era il papà del boss Tony ne «I Soprano»
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.