Treno deraglia in un tunnel: persone intrappolate e almeno 40 morti

Loading...

Il deragliamento di un treno a ha causato almeno 41 vittime e decine di feriti. Questo l’ultimo bilancio fornito dai vigili del fuoco, e che potrebbe diventare ancora più pesante: le ricerche sul luogo dell’incidente sono ancora in corso e si teme una strage.

Il deragliamento del treno è accaduto nei pressi di Toroko Gorge, a nord di Hualien, zona turistica sulla costa orientale di Taiwan, attorno alle 9 del mattino ora locale, in piena notte in Italia. Secondo le prime informazioni il treno era pieno di persone: a bordo c’erano circa 350 passeggeri.

Loading...

La dinamica dell’incidente ferroviario – L’incidente ferroviario si sarebbe verificato perché un camion sarebbe caduto sui binari dalla strada soprastante e il treno, che usciva da una galleria, si sarebbe schiantato contro il mezzo.

Quel camion, secondo le prime ricostruzioni, non era parcheggiato correttamente su un pendio vicino. I vigili del fuoco hanno detto che 66 persone sono state trasportate in cinque ospedali della zona. Ci sono ancora almeno due passeggeri intrappolati all’interno delle carrozze, alcune di difficile accesso.

L’incidente coincide con l’avvio di un lungo weekend festivo – Il treno, composto da otto carrozze, si stava dirigendo da Taipei verso la città di Taitung, nella parte sud-orientale dell’isola ed era era pieno di passeggeri a bordo: è deragliato all’interno di un tunnel, è uscito dai binari e alcune carrozze si sono schiantate contro il muro.

L’incidente coincide con l’avvio di un lungo weekend festivo sull’isola, la festa della pulitura delle tombe (Festival Ching Ming), in cui molte persone partono e si mettono in viaggio. La linea ferroviaria di Taiwan orientale è considerata anche un’attrazione turistica in quanto corre lungo la costa dell’isola, meno abitata e più spettacolare: un percorso che si snoda attraverso tunnel e ponti tra montagne e gole spettacolari e poi scende verso la valle di Huadong.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.