Piera Maggio torna a parlare sui social e lancia un nuovo importante messaggio

Loading...

La trasmissione del mercoledì approfondisce la notizia che aveva diffuso come anteprima nei giorni scorsi. #IL SUO MESSAGGIO A FINE ARTICOLO

Ha colpito tutta Italia la “riapertura” del caso della scomparsa di Denise Pipitone, la piccola scomparsa il 1 settembre del 2004 e mai più ritrovata. Un caso che ha appassionato l’Italia e su cui torna “Chi l’ha visto” nella puntata del 31 marzo. Tutto inizia con una telespettatrice russa che vive in Italia da molti anni. Vede una trasmissione, un “Chi l’ha visto” russo in cui una ragazza di poco più di vent’anni cerca sua madre.

Loading...

Non ricorda nulla del passato, è stata rapita quando era piccola. La telespettatrice russa chiama “Chi l’ha visto” perché ricollega i due fatti. Ma soprattutto nota l’incredibile somiglianza con Denise Pipitone. “Spero che sia davvero lei”, dice la signora, che parla correttamente italiano. “Sarebbe una festa nazionale se quella fosse Denise”, dice. Olesia, il nome della ragazza russa, ha la stessa età che avrebbe Denise adesso. Olesia fu ritrovata a cinque anni. Era con una rom, che verosimilmente l’aveva rapita tempo prima. La tolsero alla donna e la misero in un orfanotrofio. 

“Vogliamo rimanere con i piedi per terra ma cautamente speranzosi. Chiederemo il Dna, unica soluzione per fugare ogni dubbio. Grazie a chi ci è vicino, questo ci fa capire quante persone amano Denise. Non l’hanno dimenticata e questo ci riempie il cuore”: queste le parole di Piera Maggio, la madre di Denise, nella puntata di “Chi l’ha visto”. 

“La speranza di ritrovare Denise – dice Giacomo Frazzitta, l’avvocato della famiglia di Denise Pipitone – è un colpo di fortuna”. Come potrebbe essere quello di questi ultimi giorni, questo caso che si svolge tra Italia e Russia. Suggestioni certo, ma tutta Italia si è appassionata a questa nuova notizia sul caso di Denise.

“Chi l’ha visto?” parla anche di un caso avvenuto pochi mesi dopo la scomparsa di Denise, quando a Milano una guardia giurata filmò una bambina molto simile a Denise. Bambina che non è mai stata ritrovata. La guardia giurata rimase colpitao dalla bambina, molto simile a Denise e la filmò. Poco fa sui social è comparso questo messaggio di Piera Maggio:https://www.facebook.com/plugins/post.php?href=https%3A%2F%2Fwww.facebook.com%2Fmaggiopietra%2Fposts%2F10225601695651006&width=500&show_text=false&height=493&appId

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.