Migranti, Forza Italia: “Non fuggono da guerre o persecuzioni, sequestrate la Ocean Viking”

Loading...

Enrico Aimi (Forza Italia): “Nel silenzio dell’Europa, l’Italia non può farsi carico, in solitaria, dei problemi economici dell’Africa: non sussistono le condizioni, né sanitarie, né economiche, per proseguire in questa fallimentare direzione. La stragrande maggioranza degli stranieri giunti in Italia attraverso i viaggi della speranza non fugge da guerre o persecuzioni ma lo fa per ragioni economiche. L’Italia è come una sorta di nuovo Eldorado. Bisogna assolutamente che lo Stato ripristini la propria sovranità. La Procura della Repubblica di Augusta valuti, nel contrasto all’immigrazione clandestina e al traffico di esseri umani cui e’ chiamata, se in questo caso si e’ trattato, da parte della nave Ong, di un semplice trasbordo o di un effettivo salvataggio in mare. Nel primo caso disponga il sequestro preventivo e la confisca dei mezzi impiegati per la commissione del reato. Difficile credere che il Mediterraneo si sia trasformato in questi anni in una sorta di Triangolo delle Bermuda, in cui avviene di tutto: quanti naufragi ci sono stati in questi anni?”. Lo riporta Globalist.it.

Loading...

“Possibile non vedere che dietro a queste operazioni potrebbe esserci qualcosa di diverso rispetto alla narrazione buonista che si vuole coccolare a tutti i costi? Bisogna comprendere come mai questi taxi del mare sono sempre così casualmente presenti nel momento del naufragio. Una Nazione seria preserva i propri confini e fa rispettare le leggi. Dietro a questi continui arrivi potrebbero esserci soggetti appartenenti ad organizzazioni criminali, che agiscono in modo tale da eludere la giurisdizione dello Stato di arrivo dei migranti. A questo punto si rendono assolutamente necessarie forme di cooperazione in ambito europeo e internazionale. L’ipotesi della sussistenza del reato di associazione per delinquere finalizzato al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina deve essere valutato con severa attenzione”. 

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.