Matteo Renzi, la telefonata con Silvio Berlusconi prima della crisi: l’ipotesi, con chi sostituire Giuseppe Conte?

La telefonata con Silvio Berlusconi, a suggellare la crisi di governo. Matteo Renzi non molla, e il colloquio con il leader di Forza Italia di cui dà notizia Augusto Minzolini sul Giornale lo testimonia. “Se questa volta torno indietro – ha confessato l’ex premier nel giorno del suo compleanno – perdo la faccia davvero! E non posso permettermelo data l’età”. Ironia e realismo. Sarà crisi, dunque, certificata questa sera dopo il Consiglio dei ministri che darà il via libera al Recovery Plan, l’unica condizione posta dal Quirinale in questi giorni di tribolazione. 

A quel punto, quando Bellanova e Bonetti si saranno dimesse, scatterà ufficialmente la crisi, con vari scenari suggeriti dallo stesso Renzi, secondo quanto riporta Minzolini. Il Conte Ter (“Ma non so se ha in tasca i voti dei responsabili, non credo); stessa maggioranza e premier diverso (“Chessò con i totiani o l’Udc”); un governo tecnico, aperto a tutti, anche all’opposizione. “È un’ipotesi che non mi dispiace. Tutt’altro”, la buttà lì Renzi. 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.