Questa foto scatena la bufera. E spunta il rischio blocco totale

Loading...

Un grande albero illumina piazza del Ferrarese, la piazza che unisce il borgo antico di Bari dalla parte nuova della città.

Un altro albero sovrasta piazza del Redentore perché “grazie all’aiuto di tante imprese private e di attività commerciali stiamo cercando di portare la luce del Natale in tutta la città”, come scrive ai suoi concittadini il sindaco Antonio Decaro.

Lo stesso, però, ieri in un lungo post su Facebook ha annunciato la possibilità di nuove restrizioni il 24 e il 31 dicembre prossimi. Nel giorno di festa dell’Immacolata Concezione in tanti si sono riversati in centro per ammirare le luminarie e per lo shopping natalizio. In un anno così buio, è probabilmente più forte di prima la voglia di ricominciare a vivere, ricominciare la vita prima. Purtroppo, però, questo non è ancora possibile. Bari, il centro affollato nel giorno di festa

Loading...

Sono diventate virali le immagini delle strade del centro affollate. E il sindaco, dall’inizio del suo mandato sempre molto presente al fianco dei baresi, non ha potuto fare a meno di scrivere una nuova comunicazione ai suoi concittadini. “Purtroppo già in queste ore, con i negozi e i locali aperti e la possibilità di spostarsi tra comuni, c’è stato un aumento vertiginoso del numero di persone per strada. Abbiamo chiuso la città vecchia il giorno di San Nicola per evitare assembramenti (e la pioggia ci ha dato una mano). Ma tra qualche giorno sarà la vigilia di Natale e a Bari abbiamo una tradizione bellissima: ci riversiamo nelle strade della città per festeggiare insieme”. Inizia così il lungo post di Decaro che continua “Adoro questa giornata e al solo pensiero di doverci rinunciare quest’anno mi si stringe lo stomaco. Tutti stiamo cercando legittimamente di conquistarci i nostri piccoli spazi di libertà e quel giorno c’è il pericolo concreto che la situazione sfugga a qualsiasi tipo di controllo. E non basteranno le forze dell’ordine, né basteranno generici appelli alla responsabilità”, aggiunge, infine, “Per questo nelle prossime ore dovrò prendere delle decisioni difficili, insieme al Comitato provinciale per la sicurezza e l’ordine pubblico in prefettura, e non escludo possibili restrizioni per il 24 e il 31 dicembre. Credetemi, è maledettamente complicato, e so di dover dare a molti di voi un dolore. Ma è necessario. Perché prima che al nostro divertimento ho il dovere di tutelare la nostra salute”.

Purtroppo tanto sono affollate le strade illuminate a festa e tanto lo sono le terapie intensive del Policlinico di Bari. “La situazione negli ultimi giorni sta migliorando. Qualche posto ora è libero” ci fanno sapere dall’ospedale. Intanto l’ultimo bollettino epidemiologico della Regione Puglia (diventata pochi giorni fa zona gialla ad esclusione di venti Comuni delle province di Foggia, Bat e Bari) conta 25.661 positivi nella sola provincia barese.

il giornale.it

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.