Grande caos per il bonus bici: sito del Ministero va già in tilt

Loading...

“Impossibile raggiungere il sito. Ha impiegato troppo tempo a rispondere. Prova a verificare la connessione e a controllare il proxy e firewall”.

Questo l’errore che compare se si prova ad accedere sul sito del Ministero dell’Ambiente. Il portale è già andato in tilt a causa dell’ingente mole di accessi per richiedere il bonus mobilità, atteso da almeno sei mesi, per cui sono stati stanziati ben 215 milioni. “Alle ore 9, orario di avvio dell’iniziativa, si accede alla sala di attesa virtuale. Alle 9:30 a tutti gli utenti in sala di attesa verrà assegnato un posto in coda. Dalle ore 9:30 in poi tutti gli utenti che accedono all’applicazione web otterranno un posto in coda”, era stato specificato. Ma non è stato possibile neanche avviare la pratica per mettersi in coda. Il contributo potrà essere erogato fino ad esaurimento dei fondi disponibili: l’ingresso alla sala d’attesa virtuale e il posto in coda non garantiscono il rimborso o la generazione del bonus.

Solo i più fortunati potranno godere di un rimborso fino 500 euro e per il 60% del costo di monopattini, hoverboard e segway. Si può effettuare la richiesta esclusivamente con lo Spid e l’indicazione della fattura dell’acquisto. Il sito è stato preso d’assalto non solo da chi nei mesi scorsi ha acquistato un mezzo e ora vuole chiedere il rimborso, ma anche da coloro che desiderano ricevere un voucher per l’acquisto entro il 31 dicembre prossimo. In molti non riescono neanche ad accedere, mentre altri lamentano tempi di attessa davvero lunghi; chi è entrato in lista d’attesa ha la possibilità di visualizzare il numero di utenti che lo precedono.

Loading...

L’ira del web

Come già detto in precedenza, l’accesso all’area riservata avviene solamente con credenziali Spid con livello di sicurezza 2. Il tempo di permanenza all’interno del sito è di massimo 20 minuti a partire dall’accesso; qualora non si riuscisse a completare la richiesta di contributo nel tempo stabilito si verrà indirizzati al sistema di accodamento e bisognerà effettuare un nuovo accesso. Su Twitter si è susseguita una serie di segnalazioni da parte degli utenti: “La piattaforma del Ministero dell’Ambiente per la richiesta del bonus mobilità non dà segni di funzionamento. Cosa bisogna fare?”; “Bonus bici, 3 novembre, sito Ministero Ambiente irraggiungibile!”; “Ovviamente il sito del Ministero dell’ambiente per il bonus mobilità è intasato e non si apre”.https://platform.twitter.com/embed/index.html?dnt=false&embedId=twitter-widget-0&frame=false&hideCard=false&hideThread=false&id=1323541267670835200&lang=en&origin=https%3A%2F%2Fwww.ilgiornale.it%2Fnews%2Fpolitica%2Fcaos-bonus-monopattino-sito-ministero-va-subito-tilt-1900758.html&theme=light&widgetsVersion=ed20a2b%3A1601588405575&width=550px

C’è chi non ha risparmiato toni polemici contro il governo giallorosso: “Ko sia il portale del bonus che il sito del Ministero dell’Ambiente. Ridicoli”; “Siamo nella Repubblica delle banane. Alle 9 in punto il sito del Ministero dell’Ambiente era già in crash. Forse stanno facendo le domande i 5 Stelle?”.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.