Vicenza, spacciatore massacra a calci in faccia pensionato. Giorgia Meloni: “Com’è ridotta l’Italia? Pretendiamo sicurezza”

Loading...

Immagini terrificanti, che sconvolgono, disturbano, fanno infuriare. Si tratta delle immagini che sono arrivate ieri, martedì 15 settembre, da Vicenza. Nel video, uno spacciatore italiano di origini ungheresi, pluripregiudicato, pesta a sangue un uomo di 73 anni. Prima il pugno in faccia, poi i calci in faccia. Scene da Arancia Meccanica, quelle di cui si è reso protagonista la bestia, di 25 anni. Il tutto perché il ragazzo stava tenendo per il collo la sua ragazza, insomma stava pestando anche lei. E il pensionato era intervenuto per aiutare la donna, in modo mite, intimando al bruto di smetterla. La reazione è quella che abbiamo visto tutti: il 25enne è stato arrestato, l’uomo è finito in ospedale riportando anche una frattura al femore.https://platform.twitter.com/embed/index.html?creatorScreenName=libero_official&dnt=false&embedId=twitter-widget-0&frame=false&hideCard=false&hideThread=false&id=1306164222187974656&lang=it&origin=https%3A%2F%2Fwww.liberoquotidiano.it%2Fnews%2Fitalia%2F24556251%2Fvicenza-spacciatore-massacra-calci-faccia-pensionato-giorgia-meloni-come-ridotta-italia-pretendiamo-sicurezza.html&siteScreenName=libero_official&theme=light&widgetsVersion=219d021%3A1598982042171&width=550px

Loading...

Il video, nella mattinata di mercoledì 16 settembre, è stato rilanciato sui social da Giorgia Meloni, che commenta: “Anziano coraggioso interviene per aiutare una donna maltrattata e viene pestato da uno spacciatore che gli rompe il femore – premette -. Come è ridotta l’Italia? Gli italiani sono stanchi di vivere in una giungla, pretendiamo sicurezza, legalità, controllo del territorio e certezza della pena”, conclude la leader di Fratelli d’Italia, unendosi al coro di sdegno che questa terrificante vicenda ha sollevato.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.