In arrivo 20mila immigrati dalla Libia, Sos dei Servizi segreti. Il ricatto di Al Sarraj

Loading...

Allarme immigrazione. Con numeri impressionanti e l’Sos lanciato dai nostri Servizi segreti. Sarebbero circa ventimila le persone pronte a salpare dalla Libia verso l’Italia.  Un possibile ricatto utilizzato dal governo di Al Sarraj verso il nostro Paese. Non a caso, come riporta il Giornale, il ministero dell’Interno ha presentato un nuovo piano a Bruxelles per un meccanismo di ricollocamento automatico.

Loading...

Italia, ma anche Spagna, Grecia, Malta e Cipro, tornano a chiedere il superamento del meccanismo previsto dal trattato di Dublino. Ma l’Europa del nord finora ha detto no. Il pericolo maggiore viene dalla Libia. Secondo il dossier dei Servizi segreti si tratterebbe di almeno 20mila immigrati pronti ad arrivare sulle noste coste. Numeri confermati dalla Nazioni Unite che parlano di 650mila migranti in Libia. Dietro il timore di sbarchi incontrollati c’è anche il fantasma di un possibile ricatto del governo libico. Il Corriere della Sera ha ricostruito l’ipotesi del governo di Al Sarraj di allentare i controlli per “battere cassa” al governo Conte. Non solo un business (con fondi e forniture) ma l’interesse di Tripoli a chiedere

L’Italia è rimasta spiazzata dal protagonismo della Turchia, che si candida a diventare il maggiore partner di Al Sarraj. A breve dalla Libia potrebbe partire l’ennesimo esodo verso le nostre coste. La partita è complicatissima e il governo italiano sta tentando di tamponare la situazione creando un asse con altri paesi mediterranei. Ma l’esito della strategia di Palazzo Chigi è appesa a un filo. L’antica questione dei ricollocamenti automatici non è mai stata risolta con fermezza al tavolo europeo. I numeri sono impressionanti. 1.878 sbarchi dal primo gennaio al 5 giugno di un anno fa, diventati 5.461 nello stesso periodo di quest’anno. “L’Italia – fa notare preoccupato Salvini – annuncia di aver scritto all’Europa per chiedere la redistribuzione di chi arriva. Ma non c’era l’accordo di Malta, che Conte-Lamorgese rivendicavano come successo straordinario?”.

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.