Meloni e Salvini contro i torturatori libici arrivati con la Sea Watch: “Non hanno nulla da dire i parlamentari di sinistra?”

Tre immigrati libici sono stati condannati a 20 anni di carcere ciascuno dal Gup di Messina, che ha trovato riscontri alle accuse di torture, violenza sessuale, associazione a delinquere, tratta di esseri umani, omicidio. I tre uomini erano arrivati in Italia sulla Sea Watch dell’ormai celebre Carola Rackete e la vicenda non va affatto giù a Giorgia Meloni: “Non hanno nulla da dire i parlamentari di sinistra che salirono sulla nave?”. Chiaro il riferimento a Graziano Delrio, Matteo Orfini e gli altri parlamentari del centrosinistra che con un blitz erano riusciti a salire sulla nave della ong per fare pressione su Matteo Salvini, che all’epoca era ministro degli Interni e non voleva far attraccare l’imbarcazione. Puntuale è arrivato anche il commento del segretario della Lega: “Una notizia che si commenta da sola, quasi comica se non fosse tragicamente imbarazzante. E che ci motiva a combattere affinché l’Italia abbia un governo e leggi che fanno della difesa dei confini e della sicurezza nazionale una priorità, non un optional”. 

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.