Anziano disperato: “Non mangio da 3 giorni”. Polizia gli fa la spesa

Loading...

In queste difficilissime settimane in piena pandemia si susseguono purtroppo nel nostro Paese drammi della solitudine e della povertà, specialmente fra gli appartenenti alla fasce più deboli della popolazione.

Ne sanno qualcosa gli agenti della polizia di Stato di Bari che l’altro giorno, durante uno dei consueti giri atti a verificare il rispetto delle normative nate per contenere il diffondersi del coronavirus, hanno trovato un signore anziano seduto su di una panchina posta vicino l’Ateneo del capoluogo pugliese mentre piangeva disperato.

Secondo quanto riportato dal quotidiano locale Bari Today gli agenti si sono avvicinati immediatamente all’anziano, di 80 anni, chiedendogli cosa fosse successo. Il pover’uomo con un filo di voce strozzato dal pianto ha risposto di essere disperato, senza fissa dimora e senza nessuno che potesse prendere cura di lui, con un solo figlio che vive a Torino ma che non vede da diverso tempo. L’80enne ha infine confidato ai poliziotti di non mangiare da tre giorni.

Loading...

Mossi a compassione per la situazione terrificante palesata dall’uomo e colpiti per la dignità dimostrata nonostante tutto, gli agenti hanno deciso di recarsi presso un vicino panificio ed hanno acquistato pane, focacce e moltissimi altri beni di prima necessità, poi li hanno consegnati al vecchietto il quale visibilmente commosso dal gesto ha tenuto a ringraziare con tutto il cuore gli agenti che si erano presi cura di lui e con loro tutta la polizia di Stato.

La bontà d’animo e l’empatia estrema dei nostri uomini e delle nostre donne in divisa sta venendo fuori con ancora più forze e vigore da quando tutto lo Stivale ha iniziato a combattere contro questo nemico invisibile subdolo e altamente letale. Appena poche settimane fa ad esempio a Milano un anziano si era avvicinato ad una volante della polizia ed in lacrime aveva spiegato agli agenti che doveva recarsi a fare la spesa ma non poteva poichè sprovvisto di mascherina. Gli agenti avevano così deciso di donargliene una loro, aiutandolo ad indossarla sul viso. La foto era diventata virale e nel giro di poche ore aveva fatto il giro del Belpaese.

Le forze dell’ordine vigilano attentamente sul nostro territorio, sempre pronte a dare una mano a tutte quelle persone che necessitano del loro aiuto e del loro sostegno. Insieme ai nostri medici ed infermieri sono senza ombra di dubbio la parte più bella ed umana della nostra bella Italia, martoriata dalla pandemia da coronavirus.

il giornale.it

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.