Fabio Rampelli risponde a tono a Die Welt: “Vedremo se sono più i nazisti in Germania o i mafiosi in Italia”

Loading...

Fabio Rampelli non le manda di certo a dire. Dopo aver ammainato la bandiera europea e issato il Tricolore dall’ufficio di presidenza della Camera, il deputato di Fratelli d’Italia attacca ancora il Vecchio Continente. Questa volta lo fa a ridosso della polemica sulle dichiarazioni del giornale tedesco. Die Welt ha infatti affermato che l’Italia deve essere controllata, perché i soldi finiscono nelle mani dei mafiosi.

Loading...

Una dichiarazione alla quale Rampelli ha risposto a tono: “L’Italia aspetta che Frau Merkel e i tedeschi prendano le distanze da Die Welt che ci accusa di essere mafiosi – cinguetta -. Come dire che tutti i tedeschi sono nazisti. Sappiamo sia noi che loro che non è così – prosegue – e le decisioni che prenderà l’Ue ci faranno capire se ci sono più nazisti in Germania o mafiosi in Italia”. Ma Rampelli, per non rischiare che il suo messaggio non arrivi al destinatario, pubblica il suo intervento anche in tedesco.Fabio Rampelli@fabiorampelli

L’Italia aspetta che Frau Merkel e i tedeschi prendano  le distanze dal #DIEWELT
che ci accusa di essere mafiosi. Come dire che tutti i tedeschi sono nazisti. Sappiamo sia noi che loro che non è così/34Informazioni e privacy per gli annunci di Twitter24 utenti ne stanno parlando

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.