Red Ronnie contro le sardine per Bella Ciao: “Oggi chi è l’invasore, Salvini o l’Europa?’”

Loading...

Le parole inaspettate pronunciate nel corso del programma di Rete4 Stasera Italia da Red Ronnie, noto conduttore televisivo e radiofonico, sono piaciute a Matteo Salvini che, soddisfatto, ha scritto sui suoi account social una breve quanto decisa frase: “Fortissimo Red Ronnie, parole di buonsenso!”.

A sorpresa, infatti, il ‘’papà’’ del mitico Roxy Bar ha difeso a spada tratta il leader della Lega dai continui attacchi dei suoi avversari e, allo stesso tempo, ha attaccato in maniera pesante le cosiddette “sardine”. Interpellato sull’attualità politica, Ronnie si è lasciato andare a un identikit del leader della Lega:”Salvini è un istintivo si dice che parli alla pancia degli italiani perché parla con la pancia”.

Al volto noto della tv piace che l’ex ministro dell’Interno legga raramente i discorsi che pronuncia in quanto “diffido da chi lo fa perché vuol dire o che non gli appartiene o che glielo ha scritto qualcun altro”. Subito dopo, ecco che Ronnie si lancia nella difesa del leader della Lega citando due celebri canzoni: “All’inizio del servizio avete fatto sentire la canzone C’è chi dice no di Vasco Rossi, in un servizio in cui elencavate tutti i nemici del leghista. Io ho il disco, e devo mettere un pezzo della canzone: continuano a giudicarlo per il Papeete, perché era a torso nudo, perché beveva il mojito. È un po’ come quello che Vasco diceva di se stesso. Gli dicevano: guardate l’animale, è un animale? E Salvini oggi è un po’ quell’animale che tutti dicono”.

Loading...

Ma non è finita, perché poi nel mirino del presentatore ci finiscono anche le sardine che cantano Bella Ciao, canzone tanto in voga in queste ultime settimane, e anche l’Europa. “Visto che parliamo di canzoni, vorrei parlare di Bella Ciao. È una canzone che va bene nella Casa di Carta ormai. Ma cantare Bella Ciao, quando si dice: mi sveglio la mattina, è arrivato un invasore. Ma l’invasore chi è? L’invasore è Salvini o qualcuno dell’Europa che ci sta invadendo e ci sta comprando e ci sta obbligando a fare cose?”.

A queste parole, il leader della Lega, visibilmente compiaciuto, si lascia andare ad un breve applauso carico di soddisfazione. Ronnie, però, continua nella sua invettiva affermando di essere un anarchico, quindi tutt’altro che vicino alle posizioni politiche di Salvini, ma ‘’vedo che ci sono molte cose che non stanno andando in questo mondo, c’è qualcuno che non sa più che ore sono”.

Oggi, afferma il presentatore, tutti sono contro Salvini. A stupirlo, in negativo, sono proprio le “sardine” che “sono giovani già vecchi perché io non ho mai sentito un giovane che dice ‘’fare un partito non è ancora una nostra priorità’’. La parola priorità i ragazzi non la usano”. Ronnie, poi, riferendosi alle elezioni in Emilia-Romagna sottolinea che le persone che vivono in quel territorio sono incredibili ed è proprio grazie a loro che la Regione gode del benessere odierno. Un esempio di ciò è stata la reazione coraggiosa e immediata degli abitanti a seguito del terremoto che subito si sono prodigati a ripartire. Però, conclude il presentatore, qui vi un partito che governa da tantissimi anni e “quando si governa da tantissimi anni si crea quasi una monarchia”.

il giornale.it

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.