Castagnetti, siluro sul governo: meglio calare il sipario. Un avvertimento dall’alto?

Castagnetti, padre nobile del Pd, dice basta. Governare in questo modo, con Di Maio che tiene il paese sull’altalena, non è più possibile. Ecco le sue parole, esternate in un tweet il cui peso non è da sottovalutare. E’ noto infatti il legame tra Pierluigi Castagnetti e Sergio Mattarella.

“È oggettivamente sempre più difficile continuare a governare in questo modo, dove i 5S rimettono in discussione ogni cosa ogni giorno, pensando solo a un molto ipotetico vantaggio elettorale e disinteressandosi dell’interesse e della credibilità del paese. Caliamo il sipario?”. Così Castagnetti su Twitter e la sua esternazione non è passata inosservata, proprio perché è annoverato tra i consiglieri più fidati del Quirinale.

Castagnetti voleva far sapere che il presidente Mattarella è stanco di questo governo inconcludente? Non è certo, ma è una possibilità. Il disagio nel Pd si fa del resto sempre più forte, soprattutto da quando Di Maio è stato di fatto commissariato e non risulta più un interlocutore credibile.

A ingarbugliare una situazione già di per sé non certo fluida ci si è messo pure Alessandro Di Battista. Che ha scelto le colonne del Fatto quotidiano (giornale che detta la linea al M5S) per far sapere quali sono i desiderata dell’ala movimentista. Acceleratore spinto sul giustizialismo e no alla riforma del Mes.

Proprio questo è il terreno più scivoloso per l’alleanza giallo-rossa. Il trattato non è emendabile per il piddino Gualtieri, mentre è modificabile per i Cinquestelle. E lo scontro si consuma mentre Conte si appresta a spiegare alle Camere cosa ha veramente combinato sul fondo Salva-Stati. Che la tensione sia alle stelle lo dimostrano anche le parole di Graziano Delrio, uno dei più dialoganti con i pentastellati. “Il M5S non provochi crisi di credibilità dell’Italia”.   Se questo è il quadro, difficile pensare che Castagnetti abbia buttato là il suo tweet come sfogo momentaneo.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.