Bonus tv 2019, come funziona e chi ne può usufruire

Loading...

Arriva un’altra rivoluzione televisiva, dopo quella che ha portato dall’analogico al digitale terrestre.

Infatti, tra il 2020 e il 2022, le reti tv saranno visibili con nuove modalità: si passerà dal Dvb T1 (Digital video broadcasting) alla nuova tecnologia Dvb T2.

Tra poco, quindi, sarà necessario dotarsi di nuovi televisori. Per farlo, c’è tempo fino al primo luglio 2022, quando la nuova tecnologia entrerà in vigore in maniera definitiva ma, già dal 2020 inizierà la fase transitoria che porterà all’uso del Dvb T2.

Ma perché questo cambio di tecnologia? Secondo quanto spiega il Corriere della Sera, la rivoluzione sarebbe stata dettata dal nuovo standard di trasmissione del segnale tv, che comprenderà le frequenze comprese tra i 694 e i 790 MHz. Queste saranno in grado di assicurare connessioni molto veloci, garantendo una migliore qualità della visione dell’alta definizione e una migliore caratterizzazione sonora. Ma, i vecchi televisori, dotati della tecnologia Dbv T1, non sono in grado di trasmettere i segnali derivati dalle nuove frequenze.

Loading...

Per adeguarsi alla rivoluzione televisiva, però, non sarà necessario comprare una nuova tv: basterà, infatti, adeguarla, comprando un decoder nuovo. Invece, chi ha acquistato un televisore nuovo nel 2017, 2018 o 2019, invece, avrà probabilmente un modello già compatibile, dato che dal primo gennaio 2017 i negozianti avevano l’obbligo di venderli con il Dbv T2.

Per capire se sarà necessario cambiare il proprio apparecchio basta accertarsi che sul proprio televisore ci sia la dicitura Dvb T2 o H265/Hevc. Se così non fosse, allora, ci si dovrà dotare di una nuova tv.

Ma, per farlo, sarà possibile usufruire del Bonus tv 2019. Il Governo, infatti, ha stanziato un fondo di 151 milioni di euro per l’acquisto di nuovi televisori o decoder,che potrà essere erogato dal 2019 al 2022. Dal priossimo dicembre, dopo la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale, saranno disponibili i primi bonus. Si tratta di uno sconto, il cui ammontare resta ancora incerto (potrebbe trattarsi di 50 euro), che verrà applicato dal commerciante direttamente sul prezzo del televisore o del decoder.

Avranno diritto al bonus tv tutte le persone residenti in Italia, che appartengono alla fascia Isee I (10.632,94 euro) e II (21.265,87 euro). Chiunque voglia usufruire dello sconto dovrà dimostrare, con un’autodichiarazione, di essere in possesso dei requisiti Isee necessari ad ottenere il bonus e che altri componenti nel nucleo famigliare ne abbiano già fatto uso.

il giornale.it

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.