Auto blu, shopping del governo: in arrivo 8.280 vetture per 168 milioni di euro

Luigi Di Maio allibito: “Faremo di tutto per evitarlo, via ad un’indagine interna”. Opposizioni all’attacco: “Il vicepremier cade dalle nuvole? I privilegi non si toccano più oggi che ci sono loro a governare”

ROMA – Nuova “abbuffata” di auto blu in arrivo per il governo del cambiamento. E il primo commento è quello del leader 5Stelle e vicepremier Luigi Di Maio: “Oggi abbiamo letto una notizia che parla di shopping del governo con 8.280 auto blu e grigie per 168 milioni di euro. Stiamo facendo acquisti?” Assolutamente, infatti su questo proprio stamattina avvierò subito un’indagine interna ai ministeri per capire se questi bandi si stanno avviando i automatico perchè il nostro obiettivo è di ridurle”.

Per ora, aggiunge DI Maio a Rtl, “ringrazio il giornalista che ha fatto l’inchiesta, verificheremo se è vero, e se sarà vero si bloccherà tutto. Abbiamo iniziato con delle direttive date sulle scorte, riducendone il numero, e lo faremo sempre di più anche con le auto che vengono utilizzate sia per scorte che per auto di servizio e continueremo ad andare avanti sulla riduzione delle auto blu e sull’utilizzo di una serie di privilegi. Finalmente nei prossimi giorni riusciremo a portare nel dibattito parlamentare la legge che taglia gli stipendi ai parlamentari, non si smette mai di tagliare privilegi e dobbiamo fare di più”.

Ma le opposizioni non ci stanno e attaccano: “La legislatura era iniziata col neopresidente della Camera Fico che andava al lavoro in autobus accompagnato da una maxi-scorta, emblema grottesco della demagogia al potere – dichiara Anna Maria Bernini, capogruppo di Forza Italia al Senato – ora, però, si passa da un eccesso all’altro, visto che col Paese in recessione il governo a maggioranza grillina ha deciso di rinnovare il parco macchine della Pubblica Amministrazione dotandosi di 7900 auto grigie e di 380 auto blu per un costo complessivo di circa 170 milioni di euro. Va precisato che alle forze dell’ordine andranno solo 1500 auto grigie. Dunque – conclude – un’abbuffata che sarà sicuramente necessaria, ma che stride in modo evidente con tutta la narrazione grillina. Se il Pil non cresce, aumentano almeno le auto blu”.

“Il governo del cambiamento e dell’anticasta acquista 9 mila auto blu, spendendo 168 milioni euro, e Di Maio che fa? Fa finta di cadere dalle stelle e annuncia un’indagine interna. Per il M5s il complotto oramai è diventato una prassi” afferma Stefano Pedica del Pd. “La verità è che i privilegi della casta, da quando il M5s è al governo, non si toccano più – aggiunge Pedica – sono finiti i tempi dei ‘vaffa day’, quando i grillini sbraitavano nelle piazze contro le auto blu, il simbolo della vecchia politica, e promettevano di eliminarle una volta arrivati al potere. Con l’arrivo delle poltrone per i 5 stelle tante cose sono cambiate e anche le crociate contro le auto blu sono state archiviate. È questa la famosa rivoluzione del M5s? E pensare che i grillini dovevano spostarsi in bici e con gli autobus. Forse hanno capito che se aspettano i mezzi pubblici a Roma fanno notte”.

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.