Schiaffo della Merkel: lascia la missione Sophia. “Governo troppo populista”. E Salvini la mette ko.

loading...

Ultim’ora. Arriva direttamente da Berlino l’annuncio shock tramite il portavoce del ministero della Difesa. Dopo la fregata Augsburg, nessuna nave della marina tedesca sarà più inviata lungo la costa della Libia.

La Germania, di fatto, sospende la partecipazione all’operazione Sophia, lo spiegamento navale dell’Ue per contrastare la tratta di esseri umani nel Mediterraneo. Il motivo? Eccolo.

La linea del gooverno italiano sarebbe troppo dura per la Merkel in tema di immigrazione. La Germania, quindi, lascia la missione e nella sede rimarrano soltanto dieci soldati.

Il vero schiaffo della Merkel arriva nella giustificazione delle sue azioni. Stando a quanto scrive lo Suddeutsche Zeitung, infatti, dietro al ritiro tedesco ci sarebbe “la dura attitudine del governo populista italiano”, contrario all’accoglienza delle navi nei nostri porti.

loading...

“Il retroscena della decisione è anche la resistenza del governo italiano a far scendere a terra nei porti italiani i profughi salvati in mare”, precisa ancora lo Suddeutsche Zeitung.

Come ha spiegato all’Afp un portavoce del ministero della Difesa tedesco, la fregata Augusta resta fino a inizio febbraio davanti alle coste libiche, come da programma, mentre la nave ausiliaria per i rifornimenti Berlin “per ora” non verrà inviata nel Mediterraneo, contrariamente al previsto. La decisione di non inviare altre navi è stata comunicata oggi dall’ispettore generale dell’esercito tedesco ai membri della commissione Esteri del Bundestag.

loading...

A motivazioni del genere poteva di certo mancare la replica del Ministro degli Interni? Ovvio che no. Tutta da godere, Salvini ha detto: “La missione Sophia aveva come mandato di far sbarcare tutti gli immigrati solo in Italia e così ha fatto, con 50.000 arrivi nel nostro Paese. Se qualcuno si fa da parte, per noi non è certo un problema”.

Fonte: Il Giornale

loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.