Torino, ristorante allontana una comitiva dove sono presenti ragazzi down

Loading...

Una cena prenotata per undici, in una trattoria. E, all’improvviso, la frase di uno dei dipendenti del locale: “Non sappiamo come gestirli“.

Perché quattro degli undici commensali era affetto dalla sindrome di Down. È accaduto in un ristorante di Torino, a una comitiva di ragazzi.

Loading...

La dinamica

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, a denunciare l’accaduto, con un lungo post su Facebook, la madre di Gabriele. Che, in poche ore, ha ricevuto centinaia di commenti e condivisioni. La donna, infatti, sui social ha raccontato di aver prenotato nel locale torinese per gli amici di nuoto del figlio che, nel capoluogo piemontese, erano venuti proprio per stare con lui. Al ristorante aveva segnalato soltanto la celiachia di uno dei ragazzi. Ma quando la comitiva ha raggiunto il ristorante e i ragazzi hanno preso posto “un tizio con la barba” si sarebbe avvicinato alla donna e a un’altra mamma chiedendo loro “in maniera molto scortese” che avrebbero dovuto avvertire della presenza di quattro disabil “perché il locale era piccolo, il sabato sera era pieno e loro non sapevano come gestirli”. Anna Rita, la mamma del ragazzo, ha aggiunto: “Una cosa che, in tanti anni, non mi era mai successe e che ci ha provocato un’amarezza incredibile”.

La delusione dei ragazzi

I ragazzi, come hanno spiegato i genitori, non presenterebbero difficoltà specifiche né avrebbero bisogno di un’assistenza particolare. Secondo quanto riportato dai genitori, i ragazzi avrebbero compreso il tono delle parole del personale e avrebbero lasciato la sala “con una rabbia e un grosso dolore condiviso”. Un’altra famiglia, assistendo alla scena, avrebbe deciso di abbandonare il locale.

il giornale.it

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.