Ora parla l’economista francese e avverte Ue: contro l’Italia un gioco pericoloso. E sta dalla nostra parte.

Loading...

La Commissione europea, con l’Italia, sta giocando “un gioco pericoloso”. A dirlo è Steve Ohana, economista francese della Escp School.

“Non reagire alla manovra italiana avrebbe significato una grossa perdita di credibilità per la Commissione e, più in generale, per le istituzioni continentali. Una mossa che, di fatto, avrebbe consegnato la vittoria a Matteo Salvini nella sua lotta per cambiare lo status quo europeo, in vista delle elezioni per il rinnovo del Parlamento europeo che si svolgeranno a maggio del 2019”.

Ma la manovra, a detta di Ohana, non è stata sbagliata. La Commissione non poteva accoglierla in maniera positiva. Ma le condizioni dell’economia italiana non permettono ulteriori restrizioni di bilancio. E innalzare il deficit al 2,4% potrebbe essere l’unica soluzione per far ripartire l’economia.

“L’economia non sta marciando come dovrebbe e il cosiddetto ‘output gap’ è molto ampio. Il Pil reale, infatti, è inferiore ancora del 5% rispetto ai livelli pre crisi. Inoltre, dall’inizio dell’anno ci sono chiari segnali di un rallentamento economico a livello europeo”.

Loading...

Proprio per questo motivo, Ohana ritiene che la scelta del governo Conte sia andata nella direzione giusta.

E se la strategia italiana fosse quella di costringere l’Europa a cacciare l’Italia dall’euro? Secondo Ohana, questa possibilità non è così remota. Ma le conseguenze potrebbero essere molto pericolose. Ma per adesso anche la Commissione sta assumendo dei rischi non indifferenti: “La decisione di bocciare la manovra italiana mette in pericolo nel breve termine l’esistenza stessa della Commissione.

Il governo italiano intanto si sta muovendo per il bene del Paese e degli italiani. La Commissione europea, dal canto suo, cosa farà?

Fonte: Il Giornale

 

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.