Le sanzioni di Bruxelles? Se arriveranno saranno per colpa dei debiti di Renzi e Gentiloni, ma nessuno ve lo racconta

Loading...

 

BRUXELLES BACCHETTA RENZI E GENTILONI: “SIAMO STATI MOLTO GENTILI CON L’ITALIA, CHE NEGLI ULTIMI 3 ANNI HA POTUTO SPENDERE 30 MILIARDI GRAZIE. ALLA FLESSIBILITÀ” – IL TRATTAMENTO RICEVUTO DAI GOVERNI PD E IL DETTAGLIO CHE NON VA IGNORATO: SE SI APRIRÀ UNA PROCEDURA DI INFRAZIONE, SI CONTESTERÀ IL DEBITO DEL 2017, QUANDO AL GOVERNO NON C’ERANO SALVINI E DI MAIO…

Estratto dell’articolo di Marco Bresolin per “la Stampa”

Loading...

(…) «L’ Italia è il Paese che più di tutti ha beneficiato della flessibilità», ripete costantemente Jean-Claude Juncker. «Negli ultimi tre anni – ha ricordato più volte – l’ Italia ha potuto spendere 30 miliardi grazie alla flessibilità. Siamo stati molto gentili con l’ Italia». (…)

È opinione diffusa a Bruxelles e in altre capitali che i governi guidati da Matteo Renzi e Paolo Gentiloni abbiano ricevuto un trattamento particolare. Nell’ autunno del 2016 la Commissione decise di non calcare troppo la mano con Roma per non danneggiare l’ esecutivo alla vigilia del referendum costituzionale. L’ anno successivo, la resa dei conti è stata nuovamente rinviata perché alle porte c’ erano le Politiche.

(…) Questo mea culpa della Commissione sulla flessibilità è interessante alla luce di quanto sta succedendo oggi. Il governo Conte ha presentato una manovra totalmente fuori dai parametri Ue, con una deviazione «senza precedenti» ed è per questo che la Commissione aprirà una procedura sul debito. Ma c’ è un particolare che non andrebbe ignorato: Bruxelles contesterà all’ Italia di aver violato la regola del debito nel 2017. Quando al ministero del Tesoro c’ era Pier Carlo Padoan. (…)

 

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.