Grosseto, egiziano stupra una 50enne. Lei per difendersi gli stacca un pezzo di lingua

Loading...

Un egiziano di 21 anni ha violentato una donna di 50 mentre stava andando al lavoro.

Secondo quanto accertato dai militari, poco prima delle 7 dell’1 novembre il nordafricano ha aggredito la donna sulle scale di un parcheggio a ridosso delle Mura medicee di Grosseto dove aveva parcheggiato la sua auto. L’immigrato l’ha seguita, l’ha fermata, l’ha immobilizzata e l’ha colpita con due violenti pugni in faccia, procurandole la frattura di uno zigomo. Ma la belva non si è fermata al pestaggio. Perché il suo obiettivo era un altro.

Loading...

L’egiziano, infatti, dopo averla stesa ha prima tentato di baciare la 50enne, poi ha cercato di stuprarla strappandole i vestiti di dosso. Purtroppo questa è una scena sentita e risentita. Ogni giorno le pagine dei giornali sono condite da queste storie. Ma nella vicenda della 50enne di Grosseto c’è un qualcosa in più. La vittima, infatti, non ha subito le violenze di questo verme, ma ha reagito. Come? Strappandogli un pezzo di lingua con un morso.

Grazie al morso, la donna è riuscita a liberarsi e a scappare via con i vestiti a brandelli. La 50enne ha così chiesto aiuto e il caro Elsisi Mohamed Ismail Kamel è finito dietro le sbarre. Senza un pezzo di lingua.

IL GIORNALE.IT
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.