Palermo, rissa tra parcheggiatori abusivi: arrestato tunisino

Loading...

Tragedia sfiorata ieri pomeriggio intorno alle 18 in via Mariano Stabile, strada situata nel cuore di Palermo, a causa di una violenta lite scoppiata fra due stranieri, entrambi posteggiatori abusivi.

Un immigrato tunisino di 34 anni, Jaber Dridi, ha impugnato un pezzo di lamierino e si è scagliato contro il suo rivale, un cittadino ghanese di 59 anni, colpendolo più volte al volto, al collo ed alla spalla sinistra, procurandogli delle profonde lesioni. L’aggressore è, poi, immediatamente scappato per non farsi identificare lasciando la vittima, gravemente ferita, esamine per terra.

Allertati da numerose segnalazioni di passanti che hanno assistito allo svolgersi dei drammatici eventi, sul posto sono giunti i sanitari del 118 che hanno condotto il ferito in ambulanza al Civico. Qui i medici, constatate le gravi condizioni dell’uomo, hanno portato immediatamente il paziente in sala operatoria per sottoporlo ad un delicato intervento chirurgico finalizzato anche a bloccare una emorragia.

Loading...

Sul luogo teatro della violenza sono, inoltre, intervenute anche tre gazzelle del Nucleo radiomobile del comando provinciale dei carabinieri che hanno setacciato la zona alla ricerca dell’aggressore. In poco tempo, i militari sono riusciti a scovare il nordafricano all’interno di una farmacia situata poco distante dal punto dove è avvenuta lo scontro.

Fermato, lo straniero è stato sottoposto a perquisizione personale durante la quale i carabinieri hanno rinvenuto addosso al sospetto l’arma utilizzata per colpire il ghanese. Il tunisino, così, è stato arrestato per tentato omicidio e trasportato al carcere Pagliarelli di Palermo, in attesa della convalida del fermo.

Secondo una prima ricostruzione effettuata dalle forze dell’ordine, la disputa tra i due sarebbe scoppiata per questioni legate alla gestione dei posteggi. Entrambi, infatti, si stavano contendendo un pezzo di strada della centralissima via Stabile nei pressi del conosciuto bar Brioscià.

IL GIORNALE.IT
Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.