Napoli, pulisce il lucernario di un ascensore per 35 euro. Cade dal quarto piano e muore

Loading...

È morto mentre puliva il lucernario di un ascensore per 35 euro.

Si chiamava Salvatore e aveva 21 anni.

“La mancanza di esperienza unita alla superficialità – riporta Il Messaggero – non lo hanno risparmiato. Salvatore lavorava al Bar Tico in via Duomo e nell’ora di spacco si era recato al palazzo accanto al bar per «fare il lavoro», ovvero pulire un lucernaio che gli avevano commissionato alcuni condomini”.

Il quotidiano romano racconta la dinamica dell’incidente: Salvatore si era posto sopra la vetrata per pulire meglio l’ascensore, ma la vetrata non ha sopportato il peso e il giovano è quindi caduto dal quarto piano.

“Un tonfo, poi le grida della gente. I condomini ed i residenti del rione hanno chiamato insistentemente ambulanza e polizia sperando che qualcosa si potesse ancora fare,” si legge sul Messaggero, che riporta il racconto di una inquilina del palazzo: “È rimasto a terra per lungo tempo lo abbiamo caricato sull’ambulanza dopo insistenti telefonate, lo abbiamo visto lì a terra ed abbiamo capito che la situazione era davvero critica”.

Loading...

Il deputato 5Stelle Alessandro Amitrano ha commentato l’accaduto su Facebook:

“Salvatore aveva solo 21 anni ed è morto per pulire un lucernario per 35€. Sono troppi i giovani, spesso miei coetanei, che perdono la vita sul posto di lavoro”.

Amitrano ha quindi assicurato che in questa legislatura si impegnerà al massimo “per combattere le morti bianche”.

“Per raggiungere un cambiamento significativo dobbiamo perseguire un’ampia diffusione della cultura della sicurezza. Perché la sicurezza non è un costo, ma un bene irrinunciabile,” ha aggiunto.

E ha concluso facendo le sue “più sentite condoglianze alla famiglia del ragazzo in questo momento di dolore e difficoltà”.

 

 

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.