Vitalizi, Di Maio: ‘Non si torna indietro. Mettetevi l’anima in pace

Loading...

“Potete piangere e strepitare quanto volete, tanto non si torna indietro. NOI I VITALIZI VE LI TOGLIAMO. Mettetevi l’anima in pace”.

Lo scrive su Facebook Luigi Di Maio, che ha commentato un articolo “divertentissimo” sul Corriere della Sera.

Questo articolo, spiega il vicepremier, “raccoglie le lamentele di alcuni ex parlamentari a cui toglieremo i vitalizi tra pochi giorni”.

“Uno – prosegue – piange miseria perché da 4.700 euro al mese grazie alla nostra delibera prenderà 2.500 e parla di atto illiberale”.

Di Maio quindi si chiede: “Ma dico io: ma se hai versato contributo per avere una pensione di 2.500 euro perché te ne davo dare il doppio?.”

“Questa è giustizia, altro che illiberalità,” osserva il leader 5Stelle, che cita un altro esemio:

“Un altro dice che da 2.000 passerà a 400 ed è una rapina. Quindi parliamo di un ex parlamentare che ha versato contributi solo per avere una pensione minima”.

Loading...

E prosegue: “Capite questa gente? Quando erano in parlamento non hanno mosso un dito per alzare le pensioni minime perché tanto loro avevano il vitalizio che valeva 5 volte tanto”.

“Adesso lo Stato se ne frega di difendere chi ha i privilegi e pensa a proteggere i più deboli. Potete piangere e strepitare quanto volete, tanto non si torna indietro. NOI I VITALIZI VE LI TOGLIAMO. Mettetevi l’anima in pace,” conclude Di Maio.

L’articolo in questione riporta anche le dichiarazioni di Gerardo Bianco, due volte capogruppo della Dc al Senato e ben 9 legislature all’attivo. Una carriera che gli ha fruttato un vitalizio di 5.100 euro netti.

“So solo che questa delibera danneggerà ex parlamentari che sono oggi ultra ottantenni e sono stati alla Camera per una sola legislatura,” ha affermato Bianco, che ha parlato di “operazione demagogica” in quanto “con il sistema contributivo chi come me ha nove legislature dovrebbe addirittura aumentare il vitalizio”.

 

 

Loading...

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.